it en
Change your language here!

Come Difendersi da Diarrea Acuta e Cronica nel Cane e nel Gatto

Un singolo attacco di diarrea generalmente non è motivo di preoccupazione, ma se persiste per più di un giorno può indicare un problema di salute e può portare alla disidratazione.

Esistono molti fattori che possono causare la diarrea negli animali domestici: un cambio improvviso nella dieta, un’infestazione di parassiti, infezioni virali e batteriche nel tratto gastrointestinale, allergie alimentari, stress, ingestione di corpi estranei, come bastoni o corteccia di alberi.  Per esempio nel gatto la pancreatite (infiammazione del pancreas) e l'ipertiroidismo presentano come sintomo la diarrea.  Anche malattie di fegato, reni, pancreas o un blocco intestinale possono provocare diarrea. 

Segnali di Emergenza

Quando oltre alla diarrea compaiono anche altri sintomi, è importante sentire il parare del proprio veterinario, come per esempio nei seguenti casi:

  • ♦ se vedete anche sangue nelle feci;
  • ♦ se le feci sono scure;
  • ♦ se sospetti che l’animale abbia mangiato qualcosa di tossico o velenoso;
  • ♦ se il tuo animale domestico ha la febbre, se è letargico o depresso;
  • ♦ se non ha più appetito o è disidratato;
  • ♦ se le sue gengive sono pallide o gialle;
  • ♦ se la diarrea è accompagnata dal vomito;
  • ♦ se sembra che abbia dolore.

Diarrea Acuta e Diarrea Cronica

La diarrea acuta è una condizione temporanea e di solito non grave. I sintomi includono feci morbide o acquose e dolori addominali. La diarrea acuta può essere causata da un'infezione batterica o può semplicemente essere il corpo del vostro animale che cerca di guarire in autonomia e di eliminare le tossine nocive.

L'altro tipo è la diarrea cronica ed è caratterizzata da feci acquose ed esplosive, talvolta ricoperte di sangue o muco. Può continuare per giorni. Il vostro animale può anche avere feci normali tra gli attacchi di diarrea. La diarrea cronica è una condizione di lunga durata che può causare la perdita di peso o un aspetto trascurato del pelo dell’animale.

La diarrea cronica persistente può indicare una condizione preesistente come la sindrome dell'intestino irritabile (SII), la malattia infiammatoria intestinale (IBD) o una patologia della tiroide, un’insufficienza renale o epatica.

Nei gatti (e in misura minore nei cani) la diarrea può essere causata dalla pancreatite (infiammazione del pancreas). La diarrea accompagnata da vomito e letargia improvvisa deve essere immediatamente controllata da un veterinario. 

 

In Caso di Diarrea, i Migliori Rimedi Naturali

Un attacco di diarrea può essere un'esperienza spiacevole per voi e per l’ animale domestico, ecco alcune erbe per migliorare questa condizione.

Corteccia della radice di Crespino (Berberis vulgaris)

Nella medicina indiana la corteccia secca della radice di Crespino è usata per curare la diarrea e ridurre la febbre, alleviare disturbi allo stomaco, stimolare l'appetito e promuovere un senso generale di benessere (1).

La corteccia della radice di Crespino contiene la sostanza chimica berberina, un alcaloide con proprietà anti-batteriche, anti-parassitarie e antinfiammatorie (2).

Gli studi clinici dimostrano la sua efficacia contro la diarrea causata da E. coli e Cholera bacteria (3).  Inoltre la berberina agisce anche come analgesico per ridurre il dolore gastrointestinale. Si tratta di un colagogo, il che significa che stimola la produzione di bile per aiutare la digestione e contribuisce a distruggere i batteri indesiderati.

Il Crespino contiene anche berbamina, un altro alcaloide. Sia la berberina che la berbamina hanno proprietà astringenti che aiutano a 'ridurre' la membrana mucosa a livello intestinale e a ridurre l'infiammazione del tratto gastrointestinale(4). Infine, la corteccia della radice Crespino rinforza il sistema immunitario, sempre indispensabile quando un cane o un gatto si stanno riprendendo da un attacco di diarrea. 

Radice di uva dell’Oregon (Berberis aquifolium) 

La radice di Uva dell’Oregon è legata al Crespino e gli erboristi la utilizzano nella pratica clinica per il trattamento di parassiti intestinali, gastriti e problemi digestivi. Come il Crespino, l’Uva dell'Oregon contiene alti livelli di berberina e berbamina, che rendono questa pianta un ottimo rimedio per i problemi gastrointestinali e le infezioni batteriche dello stomaco e dell'intestino (5).

 

Fiori di calendula (Calendula officinalis) 

La Calendula è una pianta medicinale nota per le sue proprietà curative dell’epidermide, ma ha anche altri effetti farmacologici meno noti ma utili per combattere la diarrea di cani e gatti. 

Gli studi hanno dimostrato che la Calendula è un trattamento efficace per la colite (infiammazione dell’intestino) e la diarrea. Le sue proprietà astringenti fanno sì che agisca come un agente antinfiammatorio e anti-microbico. La Calendula contiene acido oleanolico che si è dimostrato nei test scientifici molto efficace nell'inibire la crescita di più tipi di batteri e parassiti (6).

 

Foglia di Altea (Althea officinalis) 

Nei test, l’Altea ha mostrato una notevole attività antinfiammatoria (7). Sia le radici che le foglie contengono mucillagine, una sostanza simile alla gomma. Quando la mucillagine entra in contatto con l’acqua dà vita a un gel. Questo gel allevia l'infiammazione e riduce l'irritazione del tratto gastrointestinale rilassando le membrane mucose presenti nello stomaco e nell'intestino.

Queste erbe, in sinergia tra di loro, costituiscono un’eccellente miscela naturale in caso di diarrea negli animali.

 

 Prevenire la Diarrea negli Animali Domestici 

Il primo passo nel trattamento della diarrea nei cani e nei gatti è assicurare che l’animale non sia disidratato.

La disidratazione può diventare rapidamente molto grave a causa della perdita di elettroliti essenziali. Assicuratevi che il vostro animale abbia a disposizione molta acqua (meglio se filtrata).

Verificare che l’animale non abbia accesso alla spazzatura, che non mangi cibo avariato dalla spazzatura, non permettere che lecchi gli avanzi dei piatti e anche che non mangi il cibo caduto sul pavimento, soprattutto se si ha un animale domestico con uno stomaco sensibile.  Quando è fuori fare attenzione che non mangi materiale vegetale, cibi trovati in strada, controllare che non ingerisca le feci di altri animali e che non beva dalle pozzanghere.Ridurre al minimo lo stress dell’animale nell'ambiente.   

 

Alimentazione

Se avete abituato il cane a mangiare sempre lo stesso cibo e improvvisamente lo cambiate, è probabile che abbia diarrea, non è colpa del nuovo cibo, ma del fatto che l’intestino non è ancora abituato alla nuova alimentazione.

Nel caso si decida di cambiare alimentazione, sarà necessario fare un passaggio graduale, per assicurare una transizione più facile per il tratto gastrointestinale dell’animale. Si può fare 80% di cibo abituale e 20% del nuovo cibo e nell'arco di massimo 14 giorni avviene gradualmente il cambiamento. 

È importante somministrare all’animale cibo fresco, più naturale possibile, senza additivi, senza allergeni. 

 

Probiotici

L’utilizzo dei probiotici migliora la composizione della microflora e fauna intestinale, prevenendo così l’insorgere di alcuni disturbi gastrointestinali, come la diarrea, perché aumentano le concentrazioni batteriche benefiche a discapito di quelle indesiderate.

 

 

 

Riferimenti:

  • (1) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3869597/
  • (2) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10767672
  • (3) http://ac.els-cdn.com/S1995764513600632/1-s2.0-S1995764513600632-main.pdf?_tid=ef55797c-6c88-11e7-bc16-00000aacb361&acdnat=1500472284_9b6fdb5605463153ca16899102549e1f
  • (4) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3847712/
  • (5) Cernakova M, Kostalova D. Antimicrobial activity of berberine--a constituent of . Folia Microbiol (Praha) 2002;47(4):375-378.
  • (6) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3371898/
  • (7) http://www.uofmhealth.org/health-library/hn-2128005
Lascia un Commento