Change your language here!

Servizio gratuito numero


FitoPets Italiano

  • Come Difendersi da Diarrea Acuta e Cronica nel Cane e nel Gatto

    Un singolo attacco di diarrea generalmente non è motivo di preoccupazione, ma se persiste per più di un giorno può indicare un problema di salute e può portare alla disidratazione.

    Esistono molti fattori che possono causare la diarrea negli animali domestici: un cambio improvviso nella dieta, un’infestazione di parassiti, infezioni virali e batteriche nel tratto gastrointestinale, allergie alimentari, stress, ingestione di corpi estranei, come bastoni o corteccia di alberi.  Per esempio nel gatto la pancreatite (infiammazione del pancreas) e l'ipertiroidismo presentano come sintomo la diarrea.  Anche malattie di fegato, reni, pancreas o un blocco intestinale possono provocare diarrea. 

    Continua a leggere

  • Le Migliori Erbe e Cibo per Tiroidite nel Cane/Gatto

    Oggigiorno sempre più gli animali domestici soffrono di problemi alla tiroide. La ghiandola tiroidea produce ormoni che influenzano il metabolismo, la crescita e lo sviluppo dell’organismo.

    I due ormoni più importanti sono tetraiodotironina (tiroxina o T4) e triodotironina (T3). Ci sono due condizioni causate da una ghiandola tiroide disfunzionale - ipertiroidismo e ipotiroidismo. L'ipertiroidismo è più comune nei gatti ed è causato da una ghiandola tiroide iperattiva con la conseguente sovrapproduzione degli ormoni. L'ipotiroidismo è più comune nei cani, è causato da una ghiandola tiroide attiva che non produce abbastanza ormoni e che determina un metabolismo ridotto.

    Continua a leggere

  • Sai perché il tuo cane/gatto è sempre assetato e stanco?

    Ti ritrovi improvvisamente a riempire la ciotola d'acqua del tuo amico a quattro zampe più del solito? La sete eccessiva può essere un sintomo iniziale di un problema di salute.

    I problemi di salute più comuni associati alla polidipsia, ovvero eccessiva sete, includono la malattia di Cushing, l'insufficienza renale e il diabete.

    Anche letargia, stanchezza e debolezza sono sintomi molto comuni di alcune malattie degli animali, anche se piuttosto vaghi.

    Un cane letargico appare sonnolento, pigro e / o indifferente. Risponde apatico ai suoni e ad altri stimoli nel suo ambiente. La letargia o l'esaurimento sono sintomi non specifici che possono segnalare un certo numero di potenziali disturbi. Se l’animale domestico è letargico per più di 1 giorno, bisognerà sentire il proprio veterinario.

    Continua a leggere

  • Cosa si Nasconde dietro l’Alito Cattivo (Alitosi) nel mio Cane/Gatto?

    Tutti noi sappiamo riconoscere l’alitosi nei nostri amici a quattro zampe, loro non sono timidi e non si fanno problemi a tenere la bocca aperta. Ma trascorrere qualche minuto con un cane o un gatto con problema di alitosi, non è sicuramente un’esperienza gradevole. L'alito cattivo non è solo una cosa sgradevole per te - può significare qualche problema di salute per il tuo amico a quattro zampe.

     Il respiro maleodorante è il risultato di un accumulo di batteri che producono odori nella bocca o nei polmoni dell’animale. Quando l’alito cattivo è persistente può indicare che l’animale ha bisogno di una migliore cura odontoiatrica, infatti spesso l'alito cattivo è causato da malattie odontoiatriche o gengivali e alcuni cani, in particolare quelli piccoli, sono particolarmente soggetti a placca e tartaro.

    L’alito cattivo può indicare anche che qualcosa non funziona bene nel suo tratto gastrointestinale, nel fegato, nei reni o nel sistema respiratorio. In tutti i casi, l'alitosi è una spia rossa che dovrebbe essere indagata.

    Continua a leggere

  • Mio Cane/gatto Continua a Grattarsi, Come Posso Alleviare il Prurito?

    Notti insonni, durante le quali si cerca ogni mezzo possibile per impedire al cane di grattarsi. Per animali e proprietari un prurito continuo è un peso e rende la convivenza con gli animali che ne soffrono quasi insopportabile. Zampe morsicate a sangue, punti sensibili grattati e purulenti, labbra sbucciate sono alcuni dei risultati di un continuo prurito.

    La pelle è l’organo emuntore, ovvero organo deputato all’eliminazione di scarti di scorie e tossine, più esteso del corpo e dietro al prurito si nasconde una problematica interna più profonda.

    In medicina allopatica solitamente viene consigliato il cortisone e poi si finisce per prenderlo a vita perché, appena si smette di somministrarlo, il sintomo ritorna. Anziché cercare di inibire il sintomo, per prima cosa sarebbe utile individuarne le cause e prima di somministrare al proprio animale dei farmaci, spesso basta cambiare l’alimentazione o, per avere dei miglioramenti, eliminare gli elementi che causano allergie.

    Le cause del prurito negli animali possono essere molteplici. Le più comuni sono riconducibili a secchezza cutanea, stress, caldo. In altri casi invece potrebbero essere correlate a parassiti, intolleranze alimentari, dermatite e rogna.

    Continua a leggere

  • Come Contrastare la Sindrome di Cushing negli Animali Naturalmente

    La sindrome di Cushing, detta anche iperadrenocorticismo, si manifesta in presenza di una prolungata esposizione ad elevati livelli di cortisonici nel sangue e interessa l’ipofisi e le due ghiandole surrenali.

    La malattia è piuttosto frequente nel cane anziano e rara nel gatto. Le razze particolarmente predisposte sono soprattutto terrier, barboncini, bassotti ed eschimesi americani.

    Il cortisolo circolante in eccesso può essere prodotto nell’organismo dalle ghiandole surrenali, dovuto ad una disfunzione endocrina, oppure può essere assunto dall’esterno, attraverso l’eccessivo e prolungato utilizzo dei farmaci steroidei.

    Continua a leggere

  • Accarezzare un Gatto per Combattere lo Stress

    Ho vissuto con diversi maestri Zen – erano tutti dei gatti.
    (Eckhart Tolle)

    Accarezzare un gatto per combattere lo stress ?  Sì, è possibile!

    Siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per rilassarci, che si tratti di yoga, meditazione, o libri di auto-aiuto: tutto può essere utile per fermare le nostre menti e lo stress quotidiano in cui tutti noi siamo assorbiti.E se trovassimo aiuto proprio dai nostri amici gatti?! Loro, i meravigliosi gatti, possono aiutarci a rilassarci, a controllare la pressione sanguigna, a migliorare la salute del cuore e l’irritabilità. 

    Continua a leggere

  • L'Unico Cibo per Cani Disidratato di Grado Alimentare Umano!


    Pure Pet Food
    : finalmente l'unico cibo per cani naturale al 100% che evita tutti i problemi alimentari del pet food commerciale.

    • ingredienti di grado alimentare umano (NO scarti);
    • il cibo è solo leggermente cotto e poi subito disidratato per mantenere inalterate le proteine, vitamine, minerali, enzimi ed acidi grassi essenziali (purtroppo il cibo cotto altera proteine e grassi rendendole difficili da digerire e/o tossiche e uccide enzimi e vitamine;
    • basta aggiungere acqua tiepida e dopo 10-15 min il pasto è pronto!
    • contiene verdura e frutta che sono fondamentali per la disintossicazione;
    • NON disidrata le cellule, NON contiene micotossine e carne di scarto come nel cibo secco;
    • eviti intossicazioni da bisfenolo A e alluminio dovuto all'uso delle scatolette;
    • proteine solo da allevamenti a pascolo libero rigorosamente regolamentati (NO allevamento intensivo);
    • senza conservanti e additivi;
    • produzione EU secondo le rigide direttive HACCP e secondo gli standard SALSA, ovvero controlli per alimenti per umani (unico pet food in Italia!);
    • 4 gusti diversi (+ 1 senza carne) molto graditi e facili da digerire per il cane!

    Prezzo: 65,00€ per 4 gusti da 500gr = 8 kg di cibo* + spedizione gratis!
    *ovvero 2 kg che dopo l'aggiunta di acqua diventano 8 kg, circa 50 giorni di cibo per un cane di medie dimensioni (12.5 kg)


    Gusti Misti della Pure pet food
    *ovvero 2 kg che dopo l'aggiunta di acqua diventano 8 kg, circa 50 giorni di cibo per un cane di medie dimensioni (12.5 kg)

    Continua a leggere

  • Micotossine: il Pericolo Nascosto nelle Crocchette

    Il problema delle micotossine negli alimenti dei nostri amici a quattro zampe sta assumendo una rilevanza sempre maggiore, le cui complicazioni sulla loro salute non possono più essere ignorate.

    Le micotossine sono sostanze tossiche prodotte da funghi microscopici filamentosi o muffe (aspergillus, penicillium, fusarium); il nome combina la parola greca “mykes” (fungo) e la parola latina “toxicum” (veleno).

    La problematica delle micotossine, inquinanti naturali dovuti all'attività di funghi patogeni e saprofiti (muffe), è diventata uno degli aspetti che più influenzano i mercati cerealicoli, tanto è che Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha pubblicato le linee guida per il controllo delle micotossine nella granella di mais e frumento. (1)

    Continua a leggere

  • In Natura il Diabete negli Animali Non Esiste: Perchè?

    In natura è impossibile trova animali selvaggi con il diabete! Chissà perché? 

    Il diabete è una malattia che nasce dalle abitudini: cibi troppo elaborati (creano anche malassorbimento dei nutrienti), l’uso e abuso dei farmaci, vaccinazioni, antiparassitari sintetici hanno aumentato nei nostri animali domestici la possibilità di contrarre il diabete.

    Una revisione pubblicata recentemente  in "Current Diabetes Review" da uno scienziato dimostra che le epidemie del diabete di tipo 1, dell'obesità, della sindrome metabolica e del diabete di tipo 2 sono causate da vaccini. Il documento fornisce una revisione della prova che i vaccini stanno causando le epidemie del diabete insulino-dipendente (diabete di tipo 1), dell'obesità e del diabete non insulino-dipendente (diabete di tipo 2). (1) 

    Il diabete ha avuto un incremento notevole negli ultimi anni. Nel l'ultimo report sulla salute degli animali del 2016 il Banfield Pet Hospital Report, la rete di cliniche veterinarie americane, che dal 2011 ad oggi razionalizza i dati sanitari derivanti da un indotto di pazienti pari a 2,5 milioni di cani e 500.000 gatti.
    Il report 2016 riguarda in particolare l’andamento degli ultimi cinque anni delle più comuni malattie che colpiscono cani e gatti. In cinque anni – si legge nel report – la prevalenza del diabete è aumentata dell’80% !!

    Continua a leggere

Oggetti 1 a 10 di 43 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5