it en
Change your language here!

Antiparassitari

  • Sconfiggere la Giardia nel Cane e nel Gatto: Sintomi e Rimedi Naturali

      La giardia intestinalis è un protozoo che si localizza nell’intestino, può infettare e causare una malattia chiamata giardiasi, in numerosi mammiferi, tra cui il cane, il gatto e l’uomo. Purtroppo, è molto più diffusa di quanto si pensi.  Possono essere colpiti animali di qualsiasi razza, sesso ed età, anche...
  • Consigli per la Salute di Cane e Gatto in Estate

    jack russel in spiaggia sotto ombrellone

    Il clima caldo e soleggiato dell'estate è ben accolto dalla maggior parte di noi, ma non è sempre una buona notizia per gli animali domestici. Le calde temperature possono essere pericolose per i nostri beniamini, poiché è difficile che si riparino e che si mantengano freschi quando il sole picchia: gli animali non sudano come fanno le persone e possono facilmente surriscaldarsi. Cani e gatti si raffreddano ansimando e la loro sudorazione passa dalle zampe.

    Nonostante sia un ottimo momento per legare con il proprio animale domestico, l’estate, con le sue temperature più alte, comporta rischi maggiori per i nostri compagni pelosi: più lesioni, più infezioni alla pelle e alle orecchie e possibilità di un colpo di calore.

    Ecco i consigli da tenere a mente per evitare questi problemi e godersi la stagione estiva con il proprio amico a quattro zampe. 

     

    1. Fornirgli Molta Acqua Fresca e un Luogo Ombreggiato

    La disidratazione in cani e gatti è una possibilità reale durante l'estate. I nostri cani diventano molto più assetati di noi quando sono esposti al caldo. I segni di disidratazione includono gengive secche e bava eccessiva. Bisogna assicurarsi che le nostre bestiole abbiano sempre accesso ad acqua fresca e pulita all'interno della casa; quando si esce, è altamente consigliato munirsi di una bottiglia d’acqua e di una ciotola.

    Continua a leggere

  • Leishmaniosi nel Cane Gatto: Sintomi e Prevenzione

    leishmaniosi La leishmaniosi è una patologia causata da protozoi del genere Leishmania. È una malattia infettiva di tipo parassitario, che si può trasmettere dall’animale all’uomo.

    Si pensa di conoscerla bene, ma, quando si parla di leishmaniosi, non bisogna trascurare nessun dettaglio ed è consigliabile informarsi adeguatamente. Cerchiamo di capire in cosa consiste questa pericolosa malattia, di riconoscere i sintomi, per poter agire e aiutare non solo i nostri amici a quattro zampe, ma anche noi stessi.

    Il parassita è veicolato nell’organismo del cane, del gatto o all’uomo, attraverso la puntura di un piccolo insetto, vettore della patologia, che prende il nome di flebotomo o pappataci. Il pappataci è più piccolo della zanzara e, a differenza di questa che ha un’attività diurna, il flebotomo punge specialmente al tramonto o all’alba, non emette nessuno ronzio, per via dei piccoli peli che rivestono le ali (da qui il termine “pappataci”, ovvero “pappare” tacendo).

    Il parassita Leishmania si moltiplica nell’intestino degli esemplari femmina di questo insetto durante la digestione del pasto di sangue e viene espulsa   con la saliva, attraverso la puntura ai nostri animali.

    Continua a leggere

  • Come Allontanare Naturalmente Pulci, Zecche, Zanzare e Api da Cane e Gatto

    rischio di malattie causate da insetti e parassiti

    Con la bella stagione arrivano puntuali zanzare, zecche, pulci, mosche e api. L’aumento delle ore di luce e della temperatura ambientale, fattori che contraddistinguono l’arrivo della primavera, favorisce il risveglio della natura e la ripresa dell’attività di tutta una serie di insetti molesti, con i quali i nostri amici a quattro zampe possono facilmente venire in contatto.

    Tra gli ospiti indesiderati troviamo:

    • ♦ ecto-parassiti: pulci e zecche. Questi parassiti si nutrono del sangue del cane e del gatto e possono provocare numerosi disturbi e a volte seri problemi di salute; 
    • ♦ pungitori: api, vespe, calabroni, i cui effetti sono, magari, meno gravi, ma più dolorosi.

    Continua a leggere

  • Perché il cane mangia tutto quello che trova? E come evitare

    cane che mangia plastica

    Alcuni cani possono sembrare degli aspirapolvere: spazzano via tutto ciò che trovano per terra, sul tavolo o sul balcone, senza mostrare alcuna esitazione o disgusto. Sembrano costantemente affamati, sempre pronti a mangiare qualsiasi cosa, sempre e ovunque, anche dopo un pasto completo.

    Quando il cane mangia tutto quello che trova, incluse le sostanze non alimentari, si dice che è affetto da pica. Questo comportamento si differenzia dalla sottrazione o dal rosicchiamento di oggetti, che non prevedono l’ingestione degli stessi.

    I cani che soffrono di pica generalmente introducono nello stomaco: sassi, plastica, carta, sabbia, bastoni, calzini, spesso oggetti strani, disgustosi e pericolosi, insomma mangiano qualunque cosa possano trovare in giro.

    Questo comportamento è abbastanza frequente nei cuccioli e nei cani giovani e può rientrare nel normale comportamento esplorativo. I cani hanno bisogno di conoscere e raccogliere le informazioni, la bocca è per loro come per noi le mani, quindi masticare, e talvolta inghiottire, è il loro modo di esplorare l’ambiente che li circonda. Talvolta, però, inghiottire alcune cose può metterli nei guai e persino portare a blocchi o avvelenamenti. Per questo motivo è bene fornire loro un ambiente protetto e sicuro, dove possano manipolare con la bocca solo oggetti non pericolosi e che non possano essere ingeriti.

    Continua a leggere

  • L'importanza della Sverminazione nei Gatti

    cuccioli di gattoLa sverminazione dei gatti è sicuramente una pratica importantissima da fare, soprattutto nei cuccioli, se vogliamo evitare qualsiasi tipo di problematica per il nostro amico a quattro zampe.

    Spesso, però, quando siamo chiamati a scegliere un vermifugo per il nostro gatto, ci troviamo di fronte all'imbarazzo della scelta. Questo perché spesso c'è disinformazione, e questa cosa porta all'incertezza nell'effettuare la scelta del prodotto giusto.

    Come detto in precedenza la sverminazione dei gatti  deve assolutamente essere effettuata, quanto prima possibile, quindi già da cuccioli, come raccomandato dalle linee guide internazionali (1).

    Ovviamente è una prassi che va fatta anche se il gatto è già adulto, perché anche in quel caso può essere vittima di parassiti all'interno dello stomaco. E' necessario che la sveminazione dei gatti venga effettuata prima delle vaccinazioni (2), magari dal veterinario di fiducia.

    La cadenza deve essere annuale, tramite una profilassi ben precisa. Infatti, la profilassi va effettuata in base al contesto in cui vive il vostro gatto, quindi alla zona e alle abitudini. Se il vostro amico a quattro zampe trascorre la maggior parte del suo tempo fuori casa, allora la profilassi diventa obbligatoria.

    Alla luce di tutto questo, quando andiamo a scegliere un prodotto, bisogna sempre scegliere quello giusto, andando così ad evitare di somministrare al vostro gatto un prodotto non efficace. Ad indicare quale possa essere il vermifugo migliore per il felino è senza dubbio il veterinario, che potrà consigliarvi.

    Per le infestazioni da vermi è anche possibile utilizzare prodotti senza ricetta, che sono comunque molto efficaci e sicuri, anche se in questo caso è d'obbligo un consulto con il veterinario.

    Continua a leggere

  • Quando e Come Svolgere Correttamente la Sverminazione nei Cani

    cuccioli di caneQuando si ha un cane, sono tante le attenzioni da destinargli e tra queste bisogna avere massima premura anche per la salute del nostro amico a quattro zampe.

    In tal senso la sverminazione del cane diventa una pratica indispensabile per poter consentirgli di vivere bene senza nessun tipo di problema di salute.

    I primi giorni di vita del vostro cucciolo sono indispensabili per consentire al suo corpo di sviluppare gli anticorpi necessari. Tutto questo avviene attraverso il latte della mamma.

    Ma quando termina il periodo dell'allattamento, gli anticorpi tendono a diminuire e quindi diventa indispensabile ricorrere alle vaccinazioni.

    Il periodo esatto in cui effettuare le vaccinazioni oscilla tra le 6 e le 8 settimane di vita del vostro cane. Dunque, diventa importante seguire la giusta profilassi medica, così da consentire al vostro amico a quattro zampe di poter vivere in salute.

    Ma oltre ai vari vaccini che devono essere somministrati al vostro cane, per evitare che contragga delle malattie, diventa importantissima anche la sverminazione.

    Continua a leggere

  • Come Usare un Vermifugo per Cani per Fermare il Contagio Parassitario

    Con il termine vermifugo per cani, vogliamo indicare un farmaco che ha la capacità di eliminare i vermi parassiti dell'intestino del nostro amico a quattro zampe. Il termine medico per definire questo prodotto è: antielmintico (1).

    Spesso si fa confusione, però, seguendo i consigli che non arrivano dal nostro veterinario, che ci portano a preferire un prodotto piuttosto che un altro. Un altro errore che si commette con grande facilità, è quello di credere che  questo problema colpisca solo i cani in età adulta.

    Sbagliatissimo, perché i cuccioli appena nati hanno già all'interno del loro intestino i vermi parassiti, per cui bisogna intervenire fin da subito, quando sono ancora piccoli.

     

    Come Avviene il Passaggio da Madre a Cucciolo

    cane gioca con la madre

    Tutto questo avviene perché vi è una sorta di passaggio transplacentare delle larve dalla mamma al piccolo.

    Un altro mezzo di trasmissione è il latte materno (2), per questo motivo è consigliabile effettuare quanto prima lo svezzamento del cucciolo, così da poter evitare che ci sia questo passaggio, e che quindi ci sia una crescita sana e senza nessun tipo di problema.

    Continua a leggere

  • Vermifugo per Gatti: Come Sceglierlo e Quando Somministrarlo

    Vermifugo per gatti, quali scegliere

    cucciolo di gatto

    La scelta di un vermifugo per il vostro gatto, è una cosa molto delicata, e bisogna fare la massima attenzione a quello che si sceglie.

    La prima cosa da tenere in considerazione è che, sverminare un gatto, rappresenta un'operazione importante, che va effettuata quando l'animale è ancora cucciolo.

    Altra cosa fondamentale da tenere in considerazione è che la sverminazione del vostro gatto deve essere effettuata prima delle vaccinazioni.

    Essa elimina i parassiti presenti all'interno dell'organismo del vostro gatto, andando a creare le difese immunitarie, che poi saranno fondamentali nel prosieguo della sua vita.

    Dunque, se vi rendete conto che il vostro gatto ha i vermi nello stomaco, non preoccupatevi perché si tratta di una cosa normale che si può risolvere velocemente e senza nessun problema per il vostro amico a quattro zampe.

    Sarà semplice eliminare il problema, attraverso un farmaco, facile da assumere, che non porta nessun tipo di dolore al gatto. E' chiaro che a fare tutto questo sarà il veterinario, che saprà benissimo quale medicinale somministrare al vostro gatto, e poi quando e quali controlli fare, per verificare che i parassiti non si ripresentino all'interno dello stomaco del felino.

     

    Continua a leggere

  • Parassiti e Vermi sono i Principali Trasmettitori di Malattie per gli Animali?

    Cane stanco per vermi intestinaliI nemici principali dei nostri amici animali sono i parassiti e i vermi e alcuni di questi parassiti sono anche portatori di gravi problemi di salute come anemia, malnutrizione, diarrea e anche problemi cardiaci o polmonari

    Soprattutto i cuccioli, che non avendo ancora un sistema immunitario completamente formato, sono molto inclini a prendersi i vermi. Secondo i dati raccolti da specialisti, l' 80% delle malattie del cane sarebbero conseguenza diretta o indiretta di vermi intestinali. 

    Se l’animale domestico è cronicamente infetto, può essere soggetto a infiammazione gastrointestinale cronica e disbiosi.

    Continua a leggere

Oggetti 1 a 10 di 13 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2