it en
Change your language here!
819048 714 381
71427321893

Cibi Ideali per Combattere e Prevenire Vermi Intestinali nei Cani

vermi intestinali nel cane sotto osservazioneChi ha un cane sa bene che spesso possono svilupparsi dei vermi all’interno dell’apparato digerente dell’animale (1), i quali possono essere molto dannosi per l’organismo ed è necessario sbarazzarsene quanto prima.

Tuttavia, i farmaci che aiutano a debellare i vermi possono essere molto forti e avere effetti collaterali sgradevoli per il cane. Per fortuna, è possibile combattere i vermi con alimenti reperibili facilmente e di uso quotidiano.

Prima di tutto, però, bisogna capire di fronte a quale tipologia di vermi ci si trova.

I Vermi Più Comuni nel Cane

Ecco un elenco dei vermi che troviamo più di frequente nell’intestino del cane:

  • ♣ Ascaridi: È possibile vedere questa tipologia di vermi nelle feci del cane e la loro forma e colore ricordano molto degli spaghetti. La pancia del cane che ha al suo interno questi vermi si mostra gonfia e grossa, causando anche una forte letargia. Questi vermi possono anche causare diarrea, vomito, mal di stomaco e perdita di peso.
    .
    Il loro “habitat” preferito è l’intestino tenue del cane, il quale può esserne infettato a causa dell’ingerimento di uova microscopiche disperse nell’ambiente o mangiando animali infetti (uccelli o roditori).
    .
  • ♣ Tenie: Le tenie sono vermi dalla forma piatta e lunga all’incirca 15 cm. È possibile notare la presenza di tenie nelle feci (2) del cane con la forma di segmenti spezzati simili a chicchi di riso. Le tenie vivono nell’intestino dell’animale, che può infettarsi leccando le pulci dal suo corpo o mangiando carne di animali come conigli, pecore, capre, bovini, maiali o cervi che potrebbero essere infetti.
    .
    È necessario prestare particolare attenzione alla presenza delle
    tenie se il cane ha le pulci.
    .
  • ♣ Anchilostomi: Gli anchilostomi sono lunghi circa 0,3 cm e presentano una specie di gancio in grado di attaccarsi al rivestimento dell’intestino. Sono soliti aspirare sangue e, di conseguenza, causare anemia nel cane, per cui sono particolarmente pericolosi per i cuccioli.Il cane può venire a contatto con le larve di anchilostoma attraverso il terreno, sia ingerendolo sia attraverso il contatto.
    .
    I segni più frequenti della presenza di anchilostomi nell’intestino del cane sono diarrea e vomito. I sintomi, invece, che indicano la presenza di anemia sono debolezza, letargia e gengive pallide.
    .
  • ♣ Tricocefali: I tricocefali sono lunghi circa 5 cm e sono rastremati all’estremità, come una frusta. Sono soliti attaccarsi alle mucose dell’intestino cieco e del colon, nutrendosi del sangue dell’animale.
    .
    Purtroppo, non sono visibili ad occhio nudo, tuttavia i sintomi della loro presenza sono lampanti. Essi includono: diarrea, vomito e perdita di peso. Il cane può venirne a contatto inghiottendo le uova presenti nel terreno, nell’acqua o in altri luoghi in cui è possibile trovare feci di altri cani infetti.

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che il tuo animale domestico potrebbe incontrare.

Luna Piena e Test Fecali

Il momento migliore per effettuare test fecali, secondo molti veterinari, è durante la luna piena, quando i vermi depongono le loro uova. Spesso occorre ripetere il test 3 o più volte per confermare l'infezione - se necessario, chiedete la ripetizione al veterinario in caso il primo i risultato si presentasse come negativo.

Leggere anche: Quando e Come Svolgere Correttamente la Sverminazione nei Cani

Alimenti in Grado di Combattere i Vermi

Seguire una dieta sana è sempre la soluzione ideale per rinforzare il sistema immunitario. Una dieta a base di carne cruda è forse la soluzione migliore per scongiurare la crescita di vermi intestinali nel cane (3), ovviamente se la carne è stata prima congelata per almeno 48 ore. Le soluzioni ugualmente valide e più comode da somministrate sono il cibo disidratato e il pressato a freddo, entrambi di grado alimentare umano.

I cani che si nutrono di crocchette sono molto più inclini a sviluppare vermi, poiché questi ultimi amano l’amido e gli zuccheri, che sono presenti in quantità eccessive nel secco estruso. Inoltre il secco estruso viene cotto a temperature elevate, rendendo la digestione difficile, che di conseguenze lascia molti residui non digeriti nell'intestino, che diventano così un banchetto per questi invasori.

Ci sono, però, alimenti che aiutano a prevenire i vermi intestinali e a contrastarne la comparsa. Si tratta per lo più di cibi fermentati con spiccate proprietà probiotiche. Se il cane non è abituato a mangiare verdure, è opportuno somministrare questi cibi con moderazione, inizialmente.

Alimenti Fermentati

cane che mangia erbe disintossicantiI cibi fermentati sono uno dei modi migliori per mantenere un apparato digerente sano. Infatti, essi aiutano ad eliminare i vermi e a rinforzare il sistema immunitario del cane, costituito per l’80% dall’intestino (4).

  • Verdure: Il modo più sicuro per eliminare i vermi intestinali è costituito dalle verdure fermentate. Le migliori sono i crauti o il kimchi, un piatto tradizionale coreano, fatto di verdure fermentate con spezie (peperoncino in polvere, scalogno, aglio e zenzero) e frutti di mare salati.
    .
  • Kefir: Il kefir è una bevanda ricca di fermenti lattici ottenuta dalla fermentazione del latte, che contiene circa lo 0,8% di acido lattico, ha un gusto fresco ed è un alimento nutriente.Siccome è preferibile non dare il latte ai cani, è possibile optare per il kefir di cocco o il kefir di latte crudo di capra.
    .
    Le dosi consigliate per i cani piccoli vanno da 1 cucchiaino a 1 cucchiaio al giorno, per i cani medi da 1 a 2 cucchiai al giorno mentre per i cani di grossa taglia 2-3 cucchiai al giorno.

 

Ovviamente il modo più comune di aggiungere probiotici al cibo è tramite un integratore. Assicuratevi solo che siano probiotici studiati e testati per animali.

Altre Verdure e Frutta

Ecco un elenco di cibi reperibili facilmente e di uso quotidiano in grado di curare i vermi e senza effetti collaterali:

  • ♥ Semi di zucca: I semi di zucca sono uno dei modi più semplici ed efficaci per curare i vermi intestinali. Vanno macinati e somministrati al cane in base al suo peso: ¼ di cucchiaino ogni 4,5 kg di peso dell’animale.
  • ♥ Carote grattugiate, zucca, finocchio, verdure varie: Ognuno di questi ortaggi o verdure, se aggiunti al cibo, sono in grado di contrastare la presenza di vermi. La dose esatta, giornaliera, è di 1 cucchiaino per 4,5kg di peso.
  • ♥ Cetriolo: È possibile aggiungere alla pappa del cane cetrioli grattugiati, barbabietole, carato fresche o succo di cetriolo. La dose giusta è un cucchiaino per 4,5 kg di peso corporeo. Queste verdure possono essere o aggiunte al cibo o mescolate al kefir.
  • ♥ Ananas (compresi gli steli): L’ananas è ricco di bromelina, un enzima che serve a digerire le proteine.
  • ♥ Papaya: Contiene papaina, un enzima che può aiutare a combattere i vermi.
  • ♥ Melograno: Il melograno è utile per combattere le tenie.

 

In linea generale, è possibile dedicare il 20% della dieta giornaliera del cane alla frutta. La cosa essenziale da ricordare sempre è di introdurre ogni cibo gradualmente, per poi raggiungere la dose giusta.

Leggere anche: Come Usare un Vermifugo per Cani per Fermare il Contagio Parassitario

Altri Prodotti della Nostra Dispensa Utili per Combattere i Vermi

Al di là di frutta e verdura, ci sono altri elementi presenti sicuramente nella nostra dispensa che possono aiutare a sbarazzarsi dei vermi intestinali del cane (5): 

  • Aglio: L’aglio è un alimento sicuro da dare al cane, in dosi moderate. È possibile utilizzare 1 spicchio o 1 cucchiaino di aglio biologico crudo tritato per 30 kg di peso corporeo del cane al giorno. Molti credono che l’aglio sia dannoso per il cane, in realtà non è così. Occorrono dosi massive per ottenere una intossicazione nel cane. Le dosi devono essere basse e adeguate all’organismo e al peso dell’animale. Il modo ideale e più comodo è dargliela in polvere mescolata nel cibo.
    .

  • Aceto di sidro di mele: L’aceto deve essere crudo, biologico e non filtrato (possibilmente con dentro la cosìdetta madre) e le dosi vanno da ¼ di cucchiaino ad 1 cucchiaio al giorno diluito nell’acqua del cane o nel cibo, in modo tale da creare un ambiente intestinale più alcalino, poco adatto alla sopravvivenza dei vermi.
    .
  • Olio di cocco (biologico e vergine): L’olio di cocco è particolarmente utile per eliminare i nematodi che tendono a raggrupparsi nell’intestino e a causare ostruzione. La dose è pari ad 1 cucchiaino di olio per 4,5 kg di peso corporeo.
    .
  • Prezzemolo: Il prezzemolo, cotto e filtrato in modo da eliminare i pezzi solidi, può essere congelato sotto forma di cubetti da dare al cane. La dose ideale è un cubetto al giorno.

Miscela di 4 Erbe Potentissime Contro i Vermi

cane rilassato dopo cura con le erbe antiparassitariePer combattere la presenza di vermi intestinali, è possibile adoperare una miscela con spiccate proprietà vermifughe composta da radice di Genziana, mallo di noce nera, chiodi di garofano e foglie di papaya.

Questa miscela rappresenta un rimedio veramente potente contro i vermi (6) e i parassiti intestinali. Analizziamo nello specifico queste 4 sostanze.

GENZIANA: la genziana è un’erba che si trova nei pascoli più alti delle Alpi e dell'Himalaya. Il suo nome deriva da Genius, un re illirico vissuto dal 180 a.C. al 167 a.C. che per primo ne scoprì, e utilizzò, le proprietà benefiche.

Le radici di questa erba maturano in 7-10 cicli colturali. L’erba, a partire dalla sua scoperta, è stata usata spessissimo in medicina ed è ottima per combattere i vermi nei cani e nei gatti.

MALLO DI NOCE NERA: il mallo di noce nera, conosciuto anche come Juglans nigra, è un potente antivirale, antimicotico, vermifugo e antiparassitario.

CHIODI DI GAROFANO: il nome scientifico è Syzygium aromaticum o Eugenia aromaticum. Da secoli, i fiori e l'olio aromatico di chiodi di garofano vengono utilizzati per usi culinari e medicinali. Sono stati utilizzati in medicina per alleviare dolori, per prevenire e curare le infezioni batteriche, alleviare il mal di denti, trattare vermi e parassiti intestinali, e alleviare la congestione.

I chiodi di garofano, che in realtà non sono altro che germogli essiccati di una pianta tropicale, hanno anche proprietà antisettiche e anestetiche.

FOGLIA DI PAPAYA: la papaya (Carica papaya, Foglia di Guanabana) è un albero tropicale dalle dimensioni ridotte con un gambo dritto segnato da cicatrici da cui cadono direttamente le foglie, senza rami. La medicina erboristica odierna utilizza le foglie di papaya per le loro proprietà vermifughe.

Le foglie di papaya contengono tannini, i quali proteggono l’intestino dall’attacco dei vermi. Il frutto, invece, contiene papaina con spiccati effetti vermifughi.

Brodo di Ossa

Per chi ama cucinare, il brodo di ossa rappresenta un’ottima soluzione per migliorare la salute dell’apparato digerente, supportando il sistema immunitario nell'eliminazione dei vermi (7). Per dargli una maggiore efficacia, si può aggiungere al brodo del succo di aloe.

La dose ideale è costituita da un paio di cucchiaini di brodo aggiunti alla pappa del cane. Il cibo è il primo passo fondamentale per iniziare a curare il cane che è vittima dei vermi intestinali. Tutti questi alimenti elencati sono sicuri per la salute del cane e non sono dannosi e pesanti quanto le cure classiche.

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che il tuo animale domestico potrebbe incontrare.

Riferimenti:

1 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29223937

2 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29080756

3 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28493000

4 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27756339

5 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27533731

6 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27096633

7 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26276147

Aljaz Vavpetic
Sull'autore Aljaz Vavpetic
Naturopata Riza e Counselor Gestalt che studia e si dedica al benessere olistico dal 1999. Inizialmente offriva consulenze dal vivo nel suo studio, poi riconoscendo una grande mancanza di integratori di qualità senza additivi e antiagglomeranti, ha deciso nel 2013 ad aprire due negozi online con prodotti naturali difficili da reperire e con proprietà naturali fuori dal comune. Dopo oltre 5000 consulenze, diventa autore della "Guida Olistica per la Salute" con oltre 100 programmi naturali per aiutare contro i comuni disagi moderni, e della "Guida Olistica per la Salute degli Animali", che sono le raccolte più complete di approcci naturali olistici online in Europa. Entrambe le guide vengono aggiornate ogni mese e spedite gratuitamente a chi lo segue via newsletter.
Lascia un Commento