Change your language here!

Servizio gratuito numero


Vermifugo Naturale per Cani

Con il termine vermifugo per cani, vogliamo indicare un farmaco che ha la capacità di eliminare i vermi parassiti dell'intestino del nostro amico a quattro zampe. Il termine medico per definire questo prodotto è: antielmintico (1).

Spesso si fa confusione, però, seguendo i consigli che non arrivano dal nostro veterinario, che ci portano a preferire un prodotto piuttosto che un altro. Un altro errore che si commette con grande facilità, è quello di credere che  questo problema colpisca solo i cani in età adulta. Sbagliatissimo, perché i cuccioli appena nati hanno già all'interno del loro intestino i vermi parassiti, per cui bisogna intervenire fin da subito, quando sono ancora piccoli.

 

Come Avviene il Passaggio da Madre a Cucciolo

cane gioca con la madre

Tutto questo avviene perché vi è una sorta di passaggio transplacentare delle larve dalla mamma al piccolo. Un altro mezzo di trasmissione è il latte materno, per questo motivo è consigliabile effettuare quanto prima lo svezzamento (2) del cucciolo, così da poter evitare che ci sia questo passaggio, e che quindi ci sia una crescita sana e senza nessun tipo di problema.

 

Un Aiuto che Arriva Direttamente da Madre Natura

Ipotizzando che il nostro cane vivesse libero nella natura, allora automaticamente si nutrirebbe di quelle erbe vermifughe, che gli consentirebbero di combattere e sconfiggere eventuali parassiti presenti nel suo intestino. Si tratta, quindi, di un rimedio non solo naturale, ma anche economico.

Ma in natura ci sono altri vermifughi naturali, come per esempio l'aglio, che se ben tritato e mescolato al cibo del vostro cane, consente di distruggere tutti i parassiti che sono annidati all'interno del suo intestino. Il quantitativo da calcolare e aggiungere all'interno del cibo da far mangiare al vostro amico a quattro zampe, deve essere stabilito in base al peso: nello specifico circa mezzo spicchio di aglio crudo per ogni 5 chilogrammi.

Ci sono poi in commercio anche prodotti omeopatici, che hanno efficacia sia a livello preventivo che curativo nel caso il problema sia già presente.

 

I Vermifughi in Commercio

In commercio ci sono anche prodotti studiati per riuscire a sconfiggere questi parassiti. E' importante documentarsi, però, prima di procedere all'acquisto, per evitare così qualsiasi tipo di effetto collaterale, che può essere causato dall'utilizzo di questi prodotti antiparassitari chimici.

 

I sintomi che può Presentare il vostro Cane

Quali sono i sintomi che il vostro cane può presentare, quando nel suo intestino sono presenti vermi parassiti. Di seguito sarà possibile fare una panoramica, così da poter percepire in anticipo il problema, e capire quale possa essere, con l'aiuto del veterinario, il prodotto più adatto per combattere il problema. Andiamo, quindi, a distinguere i vari casi che si possono presentare:

 

 

 

Ascaridi

parassitiSi tratta senza dubbio dei vermi più conosciuti e diffusi, che si presentano sia nei cuccioli di cane, contagiati come detto in precedenza dalla madre, sia negli esemplari adulti che invece possono infettarsi attraverso il contatto con altri animali o esplorando luoghi che si presentano già contaminati. Questi parassiti si presentano sotto una forma particolare, che ricorda degli spaghetti di colore bianco. Gli ascaridi (3) si possono notare tra le feci o nel vomito del vostro amico a quattro zampe. I sintomi evidenti presentati dal vostro cane sono la perdita di peso nonostante abbia un ventre più gonfio della norma, il pelo opaco, oltre a diarrea e/o vomito. Non bisogna sottovalutare gli ascaridi, perché col tempo possono portare il vostro animale alla morte.

Cestodi

I cestodi (4) sono più difficili da identificare rispetto a tutti gli altri parassiti. Questo perché spesso si presentano in modo frammentato, risultando quasi invisibili nelle feci e quindi non riconoscibili come vermi. Si trasmettono attraverso le pulci. Il cucciolo che è colpito da questi parassiti presenta irrequietezza, dolore all'addome e alla zona anale. Anche qui, come per gli ascaridi, l'animale tende a perdere peso e a vomitare.

Anchilostomi

Tra i parassiti sono i più pericolosi, perché provocano infezioni talmente gravi che se non curate possono portare alla morte del vostro amico a quattro zampe. Questi parassiti dell'intestino, non sono identificabili ad occhio nudo nelle feci, quindi l'unico modo per capire se il vostro cane è stato colpito, è quello di osservare attentamente i sintomi. Fortunatamente, gli anchilostomi (5), sono riconoscibili perché molto evidenti e tra questi ci sono: la presenza di sangue nelle feci, la diarrea, la perdita di peso, generale mancanza di vitalità e quindi inattività del cane, oltre ad un colore pallido delle gengive e ad una pelle irritata. Se il vostro cane presenta uno o più sintomi di quelli elencati, è opportuno portarlo subito dal veterinario, che poi lo visiterà ed effettuerà tutti gli esami del caso, per capire la natura del problema.

Dirofilaria

Questi parassiti sono trasmessi direttamente dalle zanzare, e non si identificano a occhio nudo. Quando parliamo di Dirofilaria (6), la cosa importante è stare molto attenti a quelli che sono i sintomi, che purtroppo in questo caso si presentano con grande ritardo. Se il vostro cane sembra sempre molto stanco, si muove a fatica, presenta un addome gonfio, un pelo opaco, e tossisce, allora è importantissimo portarlo subito dal veterinario di fiducia.

Tricocefali

Così come per gli ancilostomi e la dirofilaria, anche i tricocefali (7) rappresentano un parassita dell'intestino non visibile ad occhio nudo, ed è necessario andare a vedere i sintomi presentati dal nostro cane. Questi sintomi specifici sono: sangue nelle feci, inattività, diarrea e/o flatulenza e perdita di peso.

 

Gli Antiparassitari, Fondamentali per Diminuire i Rischi del Contagio

cane sano

Come vedete, non esiste un singolo vermifugo per cani così miracoloso da coprire ogni possibile rischio ed è sempre meglio rivolgersi al parere di un esperto. Esistono però alcuni accorgimenti generali che abbassano la probabilità di contagio e diminuiscono i rischi: ricordatevi di usare un antiparassitario per diminuire i rischi di contagio da agenti quali pulci o zanzare, cercate di evitare che il vostro cane entri in contatto con roditori o animali selvatici, tenete sempre d’occhio il suo comportamento e di tanto in tanto le sue feci e portatelo quanto più spesso possibile dal veterinario per i controlli ed esami di routine. Esistono infine in commercio dei vermifughi e integratori ad ampio spettro che, pur non garantendo miracoli e non potendo sostituire un esame delle feci, sono generalmente efficaci contro un buon numero di questi parassiti.

 

 

 

Riferimenti:

  • 1 - https://it.wikipedia.org/wiki/Antielmintici
  • 2 - https://it.blog.bepuppy.com/cani/alimentazione-cane/svezzamento-cani-cuccioli/
  • 3http://www.animaliinsalute.com/2013/05/infezione_da_ascaridi_nel_cane_cause_sintomi_e_cura.html
  • 4 - http://www.petsblog.it/post/124257/cestodi-nel-cane-e-gatto-panoramica-sui-diversi-tipi-veterinario-petsblog
  • 5 - http://www.amatoridrahthaar.it/anchilostomi.html
  • 6 - http://www.petsblog.it/post/31901/filariosi-cardiopolmonare-nel-cane-cause-sintomi-terapia-e-prevenzione-veterinario-petsblog
  • 7 - https://www.dogalize.com/it/2017/08/tricocefali-nel-cane-sintomi/
Lascia un Commento