it en
Change your language here!
819048 714 381
71427321893

Allergie nei Cani e nei Gatti e i 7 Passaggi Naturali per Fermarle

cane e gatto che si grattano perchè allergiciUn animale che ha delle allergie stagionali, spesso ha manifestazioni cutanee. Se non trattate, le allergie stagionali possono evolversi e diventare annuali.

Gli animali domestici allergici soffrono molto a causa del prurito cutaneo (1), e ciò si traduce in pelle irritata e infiammata, spesso colpita anche da infezioni batteriche.

Esistono diversi semplici passaggi completamente naturali che i proprietari di cani o di gatti allergici possono adottare, per alleviare il disagio dei loro amici a quattro zampe.

Il primo passo è quello di studiare attentamente la dieta dell’animale e considerare la possibilità di una patologia a carico dell’intestino. Le altre fasi includono quella di evitare tutti i vaccini e i farmaci veterinari non necessari, e offrire un supporto costituito da un antistaminico naturale.

Gli esseri umani che soffrono di allergie stagionali di solito hanno sintomi che coinvolgono, per lo più, il tratto respiratorio, con manifestazioni quali starnuti frequenti, tosse, asma, ecc. Quando un cane o un gatto ha un’allergia stagionale, i sintomi possono essere abbastanza vari, ma molto spesso, sono espressi attraverso una condizione chiamata dermatite allergica, ovvero una irritazione o infiammazione della pelle.

Segnali Evidenti di Allergia Stagionale

Un animale domestico affetto da allergia ha molto fastidio alla pelle, poiché essa diventa particolarmente pruriginosa. Per contrastare il prurito cutaneo, l’animale si gratterà molto, mostrando un certo nervosismo. Potrebbe, anche, mordere o masticare una determinata parte del suo corpo, oppure potrebbe avere prurito lungo tutta la sua superficie corporea (dalla punta del naso alla punta della coda). Infine, potrebbe strofinare il suo corpo contro i mobili o il tappeto per alleviare il fastidioso.

Man mano che il prurito e i graffi provocati dal grattarsi, peggiorano progressivamente, la pelle diventa infiammata e tenera e possono svilupparsi infezioni secondarie. Una delle possibili conseguenze potrebbe essere la perdita di peli nell’area infiammata o la presenza di ferite e piaghe. Potrebbero svilupparsi anche dei punti caldi, ovvero tratti di pelle infetta a causa dalla crescita eccessiva di batteri.

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che il tuo animale domestico potrebbe incontrare.

Gli animali domestici con allergie stagionali, talvolta, hanno anche problemi alle zampe e alle orecchie. Infatti, i canali auricolari diventano molto pruriginosi, infiammati e si trasformano in un habitat perfetto per la proliferazione dei batteri (2). Gli atteggiamenti di un animale con una possibile infezione all’orecchio includono: grattarsi freneticamente le orecchie, scuotere la testa in maniera agitata, caduta di peli intorno alle orecchie, cattivo odore o perdita di pus dai canali auricolari.

I cani e i gatti tendono a sudare attraverso le loro zampe quando escono per una passeggiata e gli allergeni vi si aggrappano facilmente. Quando un animale (soprattutto il cane) ha un’allergia alle zampe, tende a morderle e a leccarle energicamente. L'eccessiva leccata o masticazione può scatenare un'infezione secondaria da lievito. Se le zampe dell’animale iniziano a puzzare di muffa, è probabile che abbiano sviluppato un'infezione da lievito.

Sebbene non sia comune, alcuni animali domestici, in particolare i gatti, possono sviluppare sintomi simili a quelli che si verificano in un essere umano allergico, come naso che cola, lacrimazione, starnuti e tosse.

Trattamenti Naturali per Animali Domestici con Allergie

labrador con ferita da allergiaDi seguito sono riportati 7 passaggi, totalmente naturali, da seguire per alleviare il disagio dell’animale domestico, quando ha a che fare con allergie stagionali.

♠ La prima cosa da fare quando un animale è colpito da allergie stagionali è revisionare la sua dieta, verificare se ci sono delle intolleranze, e valutare la presenza di una possibile condizione patologica a livello intestinale.

Spesso, la disbiosi, anche chiamata sindrome dell’intestino permeabile, è la ragione per cui le allergie stagionali peggiorano progressivamente da un anno all'altro. Ad esempio, un cane di due anni avrà allergia e prurito solo a maggio. Lo stesso cane a 3 anni avrà prurito da maggio ad agosto e a 4 anni avrà fastidio tutto l’anno. Questo è il caso tipico di un animale domestico che ha, probabilmente, una patologia intestinale (3).

Il tratto gastrointestinale (GI) di un animale ha il compito molto importante di discernere quali sostanze nutritive immettere nel flusso sanguigno e quali tenere fuori (poiché gatti e cani spesso mangiano qualsiasi cosa). Il compito del tratto gastrointestinale è consentire l'ingresso esclusivo delle sostanze nutritive, mantenendo gli allergeni fuori. Quando l'intestino inizia a "perdere", significa che consente all’accesso nel flusso sanguigno anche agli allergeni. Spesso alimenti con alta probabilità di intolleranza e i farmaci, in particolare gli antibiotici, sono responsabili della sindrome dell'intestino che “perde”.

♠ Un altro importante fattore che incide sulla salute dell’intestino è una dieta elaborata, costituita da alimenti geneticamente modificati. Gli animali domestici con allergie dovrebbero essere nutriti con una dieta antinfiammatoria, ovvero con cibo meno cotto possibile e con ingredienti di grado alimentare umano (NON scarti inadatti per uso umano che è la prassi nella maggioranza dei marchi commerciali di pet food).

Le diete che creano o peggiorano l'infiammazione sono quelle troppo ricche di carboidrati, come soia, mais, riso, grano, grano intero biologico, tapioca, piselli, lenticchie, ceci, e patate. Eliminando lo zucchero e i carboidrati extra nella dieta, verrà limitata anche la fornitura di cibo per i lieviti e i batteri, cosa che può essere molto utile per gli animali affetti da prurito (4).

♠ Un’altra regola importante da seguire è quella di aumentare gli acidi grassi omega-3 nella dieta dell’animale domestico. Le migliori fonti di questi acidi grassi sono salmone, tonno, sardine, acciughe e olii di pesce vari.

Anche l’olio di cocco è un ottimo alleato in caso di allergie, poiché contiene acido laurico, che ha proprietà antifungine naturali, le quali possono aiutare a sopprimere la produzione di lievito nel corpo dell’animale domestico (5). Gli olii Omega-3 combinati con olio di cocco, possono moderare o addirittura sopprimere la risposta infiammatoria negli animali allergici.

È anche importante offrire all’animale domestico acqua potabile pulita, che non contenga fluoro, metalli pesanti o altri contaminanti.

Leggi anche: Perché il Mio Gatto Soffre di Prurito: ci Sono Cure Naturali?

♠ Poiché le allergie sono una risposta amplificata del sistema immunitario, è importante non aggiungere altri stimoli per l’organismo. Ciò significa evitare vaccini e farmaci veterinari non necessari, compresi gli antiparassitari chimici. Infatti, i vaccini sono progettati per stimolare il sistema immunitario e questa è l'ultima cosa di cui un animale allergico ha bisogno (6).

cane con allergia alle orecchie♠ Gli animali domestici che escono regolarmente raccolgono milioni di allergeni, invisibili ad occhio nudo, che si depositano facilmente tra i peli dell’animale e vengono trasportati anche in casa. Lavare il pelo dell’animale con acqua e limone o aceto, è una regola fondamentale per eliminare eventuali allergeni e per contrastare la formazione di lieviti (7).

Se il cane o gatto soffre di prurito alle zampe, è opportuno lavarle quotidianamente, soprattutto dopo una passeggiata all’aperto. I risciacqui giornalieri possono essere molto efficaci anche per gli animali domestici che hanno fastidio agli occhi.

È molto importante non utilizzare mai colliri destinati alle patologie degli umani. L'argento colloidale è un ottimo modo per disinfettare in sicurezza il viso dell’animale domestico e l'area più delicata intorno agli occhi.

♠ Un’altra cosa fondamentale che è possibile mettere in pratica per tenere lontani gli allergeni, è quella di pulire costantemente l’ambiente domestico. È importante, infatti, passare l'aspirapolvere su tutti i tappeti e le tappezzerie, pulire i pavimenti e lavare spesso le cucce almeno una volta alla settimana.

Nella scelta dei detergenti per la pulizia degli ambienti, è consigliabile affidarsi a prodotti naturali che contengano pochissimi agenti chimici. Durante le stagioni maggiormente favorevoli per lo sviluppo degli allergeni (8), è bene tenere porte e finestre di casa completamente chiuse e cambiare i filtri dei sistemi di riscaldamento o refrigerazione.

♠ È importante offrire un supporto a base di antistaminico naturale al proprio animale domestico. L'istamina è la principale causa di infiammazione, rossore e irritazione associati a una risposta allergica. Erbe come ortica, farfaraccio, acetosa, verbena, sambuco e artiglio di gatto, hanno proprietà benefiche certificate in grado di aiutare gli animali a combattere le risposte allergiche stagionali (9).

L'immunoterapia sublinguale (SLIT) è una variante relativamente nuova di terapia per il trattamento della dermatite atopica (allergie cutanee) in cani, gatti e cavalli.

L’immunoterapia sublinguale viene effettuata per via orale, cosa molto comoda e semplice quando si tratta di un animale domestico (10). Il dosatore è costituito da una pompa in grado di spruzzare le gocce di soluzione direttamente sotto la lingua del cane. Tale terapia può potenzialmente risolvere il problema dell’allergia dalla radice, invece di curarne semplicemente i sintomi.

Leggi anche: Conoscere i Motivi delle Secrezioni Nasali nei Cani

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che il tuo animale domestico potrebbe incontrare.

Riferimenti:

1 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4657189/

2 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/?term=dog+allergic

3 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4282347/

4 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3652036/

5 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3680143/

6 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5809764/

7 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6597346/

8 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1782676/

9 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4282467/

10 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5557080/

Aljaz Vavpetic
Sull'autore Aljaz Vavpetic
Naturopata Riza e Counselor Gestalt che studia e si dedica al benessere olistico dal 1999. Inizialmente offriva consulenze dal vivo nel suo studio, poi riconoscendo una grande mancanza di integratori di qualità senza additivi e antiagglomeranti, ha deciso nel 2013 ad aprire due negozi online con prodotti naturali difficili da reperire e con proprietà naturali fuori dal comune. Dopo oltre 5000 consulenze, diventa autore della "Guida Olistica per la Salute" con oltre 100 programmi naturali per aiutare contro i comuni disagi moderni, e della "Guida Olistica per la Salute degli Animali", che sono le raccolte più complete di approcci naturali olistici online in Europa. Entrambe le guide vengono aggiornate ogni mese e spedite gratuitamente a chi lo segue via newsletter.
Lascia un Commento