it en
Change your language here!
819048 714 381
71427321893

Come Riconoscere le Comuni Patologie Dentali del Gatto

gengivite nel gattoCome accade per gli esseri umani, anche i gatti hanno denti da latte che vengono sostituiti al compimento di un anno di età da 30 denti permanenti.

La maggior parte dei gatti entro i 3 anni ha una malattia gengivale (1) che può causare dolore, ascessi, infezione, perdita dei denti o riduzione dell’osso.

La stomatite felina è un'altra condizione orale che colpisce i gatti e che è intensamente dolorosa. Molti gattini affetti da stomatite devono affrontare un'estrazione per alleviare il dolore (2), in modo da consentire loro di mangiare di nuovo comodamente e migliorare la qualità della vita.

Riassorbimento dei Denti nel Gatto

Il riassorbimento dei denti, ovvero una vera e propria erosione, è un'altra condizione che affligge i gatti ed è la più comune malattia orale felina. Come la stomatite (3), il riassorbimento dei denti richiede un trattamento invasivo per preservare la salute e la qualità della vita dei gatti.

È molto importante abituare il gatto a tollerare sin da piccolo un’ispezione orale accurata (4). Anche se il gatto è abituato a farsi lavare i denti, tuttavia una eventuale malattia orale può essere nascosta alla vista e trovarsi al di sotto della linea gengivale. I batteri che non possono essere visti ad occhio nudo, possono danneggiare i tessuti che collegano i denti e la mascella. Il 70-80% dei gatti ha una malattia gengivale (parodontale) all'età di 3 anni (5).

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che il tuo animale domestico potrebbe incontrare.

Malattia Parodontale Felina

pulizia dei denti nel gattoLa placca che si raccoglie sui denti del gattino si indurisce e si trasforma in tartaro in pochi giorni (6). Il tartaro si attacca ai denti e inizia a irritare le gengive. Le gengive irritate passano quindi alla condizione infiammatoria chiamata gengivite.

I gatti con gengivite (7) hanno le gengive rosse anziché rosa e spesso hanno anche un alito sgradevole. Altri segni di malattie gengivali possono includere:

Difficoltà a mangiare o masticare solo da un lato della bocca

♥ Mancanza di appetito

♥ Salivazione eccessiva

♥ Leggero gonfiore del viso

♥ Sanguinamento dalla bocca e / o dal naso

Alcuni Sintomi Visibili di Patologie Dentali

batteri in bocca del gattoSpesso se i gatti hanno fastidio alla bocca, tendono a non pulire e lavare il proprio pelo.

Se il tartaro accumulato sui denti del gatto non viene rimosso, si ammassa sotto le gengive, portandole a staccarsi dai denti. Questo crea piccole tasche nel tessuto gengivale che intrappolano i batteri nella bocca. Si tratta di una condizione irreversibile chiamata malattia parodontale (8), che non solo provoca un dolore significativo, ma può anche provocare ascessi, infezioni, perdita di denti e perdita ossea.

La rapidità con cui si svolge questo processo dipende da diversi fattori, tra cui l'età del gatto, la salute generale, la dieta, la razza, la genetica e la frequenza e la qualità delle cure dentistiche che riceve. Inoltre, esiste un legame consolidato tra malattie gengivali (9) e malattie cardiache nell'uomo e nei cani (gli studi sui gatti sono scarsi, ma è ragionevole supporre che esista una connessione simile anche per i felini).

I ricercatori sospettano che alcuni ceppi di batteri orali possano causare problemi cardiaci. Alcuni tipi di batteri presenti nella bocca producono proteine appiccicose che possono aderire alle pareti delle arterie, causandone l'ispessimento. I batteri della bocca sono anche noti per essere causa della formazione di coaguli di sangue che possono danneggiare il cuore.

La spazzolatura quotidiana, l'alimentazione corretta e controlli regolari dal proprio veterinario con un esame dentale, evitano l’insorgenza della malattia parodontale felina (10).

Stomatite Felina

La stomatite felina (FS) è una condizione orale cronica, grave e molto dolorosa che si verifica nei gatti (11). L'infiammazione legata alla stomatite causa una forte irritazione e gonfiore dei tessuti della mucosa orale. Può essere localizzata, ma di solito coinvolge tutta la cavità orale, la parte posteriore della gola e l’osso presente nella bocca.

La condizione si manifesta all’inizio come una semplice malattia gengivale (gengivite), che causa un arrossamento delle gengive (12). La stomatite provoca un dolore così intenso che può distruggere la qualità della vita di un gattino.

Se il felino ha questa condizione, si possono notare comportamenti come difficoltà a mangiare, depressione, irritabilità, aggressività o tendenza a nascondersi. Anche se l'animale si sbava in maniera eccessiva questo è un sintomo comune, insieme alle gengive che sanguinano facilmente.

Per fortuna, ci sono stati alcuni recenti progressi nella comprensione di questa terribile malattia e potrebbe esserci un modo per risolvere completamente il dolore e l'infiammazione attraverso una procedura chiamata rigenerazione ossea guidata. La cattiva notizia è che non tutti i gatti sono idonei per la procedura e, inoltre, la maggior parte dei casi di stomatite felina viene diagnosticata molto tardi, quando è già in uno stato troppo avanzato.

Quando un gatto è affetto da stomatite, prova un dolore fortissimo e non riesce a mangiare bene. A questo punto, si deve optare necessariamente per l’estrazione di tutti i denti, onde evitare pericoli maggiori per la salute del gatto. La buona notizia è che molti gatti (tra il 50% e il 60%, secondo le stime) che subiscono estrazioni a bocca piena provano un immediato sollievo e un miglioramento della qualità della vita (13).

Leggi anche: Come Mantenere Sani i Denti del Cane e del Gatto

Riassorbimento dei Denti

gatto resiste al pulire dei denti con spazzolinoMolti gatti con stomatite hanno anche un riassorbimento dei denti e le stime indicano che circa il 30-40% dei gatti adulti sani manifesta tale condizione.

La causa esatta delle lesioni da riassorbimento non è nota, ma si pensa che forse l'infiammazione causata dalla placca stimoli le cellule odontoclastiche che erodono lo smalto dei denti. Altre possibili cause includono malattie autoimmuni, infezioni virali, problemi con il metabolismo del calcio o variazioni del pH della bocca (14).

Il riassorbimento dei denti è la graduale distruzione di uno o più denti causata da cellule chiamate odontoclasti. Il processo, di solito, inizia all'esterno di un dente sulla linea gengivale, ed è più comune nei premolari della mascella inferiore, ma può verificarsi in qualsiasi dente.

Se il riassorbimento è evidente, può sembrare che il tessuto gengivale sia cresciuto sopra o dentro il dente. I riassorbimenti meno visibili si possono diagnosticare usando dispositivi di ingrandimento e illuminazione, che vengono utilizzati con l’animale domestico completamente anestetizzato. I riassorbimenti sotto la linea gengivale vengono diagnosticati mediante radiografie dentali.

Il riassorbimento dei denti è una condizione dolorosa; tuttavia molti animali domestici non mostrano segni evidenti di disagio. A volte un gattino affetto da tale patologia può sbavare eccessivamente, sanguinare dalla bocca, avere difficoltà a mangiare, presentare spasmi muscolari o tremore della mascella (15). Occasionalmente ci può essere anche vomito di cibo non cotto, cambiamenti di comportamento e alitosi.

Le radiografie dentali sono il primo passo nel trattamento di pazienti con riassorbimento dentale. Queste sono di fondamentale importanza per visualizzare le lesioni sotto la linea gengivale e i frammenti dei denti fratturati, nonché per aiutare a determinare il miglior approccio terapeutico. L'estrazione completa del dente sottoposto a riassorbimento, compresi tutti i frammenti e tutta la struttura della radice, è il trattamento raccomandato per risolvere la condizione.

Le vie naturali qui solitamente sono poco efficaci amenochè non si interviene nelle fasi iniziali della malattia con un cambio alimentare (eliminare qualsiasi fonte di carboidrato), l'uso di argento nanocolloidale (anche localmente in bocca), remineralizzare e mantenere un equilibrio della flora batterica.

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che il tuo animale domestico potrebbe incontrare.

Riferimenti:

1 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27102444

2 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28701962

3 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27247457

4 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27008840

5 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26605793

6 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26113612

7 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25819443

8 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25738349

9 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25728584

10 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24432966

11 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30359811

12 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29624007

13 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29270412

14 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28960466

15 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27061928

Aljaz Vavpetic
Sull'autore Aljaz Vavpetic
Naturopata Riza e Counselor Gestalt che studia e si dedica al benessere olistico dal 1999. Inizialmente offriva consulenze dal vivo nel suo studio, poi riconoscendo una grande mancanza di integratori di qualità senza additivi e antiagglomeranti, ha deciso nel 2013 ad aprire due negozi online con prodotti naturali difficili da reperire e con proprietà naturali fuori dal comune. Dopo oltre 5000 consulenze, diventa autore della "Guida Olistica per la Salute" con oltre 100 programmi naturali per aiutare contro i comuni disagi moderni, e della "Guida Olistica per la Salute degli Animali", che sono le raccolte più complete di approcci naturali olistici online in Europa. Entrambe le guide vengono aggiornate ogni mese e spedite gratuitamente a chi lo segue via newsletter.
Lascia un Commento