it en
Change your language here!

Congiuntivite, Cataratta e altre Malattie degli Occhi nei Cani/Gatti

occhi cane e gatto

Gli occhi di un cane e un gatto sano devono essere luminosi, limpidi, privi di sporco, infiammazioni o secrezioni anomale. Quando nell’animale si notano segni come rossore dell’occhio o all’interno della palpebra, eccessiva lacrimazione, superficie oculare opaca, secrezioni anomale, pelo intorno agli occhi di colore scuro, sporgenza della terza palpebra all’interno dell’occhio, sarà importante approfondire e capire se dietro a questi segnali non ci sia una patologia.

Così come in noi umani, anche nei cani e nei gatti, se non curati gli occhi possono andare incontro a delle malattie.

Alcune patologie degli occhi, se non curate, possono portare alla cecità, per questo motivo è molto importante riuscire a cogliere i segnali dei problemi alla vista nel cane e nel gatto con anticipo. Alcuni segnali da tenere in considerazione sono:

  • ♦ lacrimazione eccessiva;
  • ♦ dolore con sensibilità alla luce e/o dolore, per cui di solito l’animale strizza gli occhi;
  • ♦ pellicola opaca sopra gli occhi;
  • ♦ occhio opaco con membrana biancastra;
  • ♦ formazione di croste, prurito o perdita di pelo intorno agli occhi;
  • ♦ occhi sporgenti o infossati;
  • ♦ l’animale tende a urtare contro i mobili;
  • ♦ si spaventa facilmente;
  • ♦ non riesci a saltare da una certa altezza.

Di seguito un elenco dei disturbi oculari più comuni che causano dolore oculare nei cani e nei gatti.

 

 

Congiuntivite

gatto bianco disturbo occhio

L’infiammazione della congiuntiva è una patologia comune negli animali domestici. Le cause possono essere molteplici e possono essere infettive, allergiche o traumatiche. L’occhio colpito da congiuntivite appare arrossato e con un’aumentata secrezione e, a volte, può provocare disagi nell’animale.

La congiuntivite può derivare da infezioni batteriche o virali, allergie, traumi, corpi estranei e produzione insufficiente di lacrime.

Pulire lo scarico dall'occhio infetto dell’animale può aiutare a evitare che l'irritazione peggiori. Puoi pulire l’occhio con un collirio naturale con eufrasia, amamelide e pioppo. Non strofinare eccessivamente poiché ciò può aggravare l'infezione.

 

Entropion

È una tra le più comuni malattie a carico delle palpebre nel cane e nel gatto. Questo disturbo colpisce con maggior frequenza alcune razze come chow chow, cocker spaniel e shar pei nei cani, nei gatti il Persiano.

L’entropion consiste in un’introflessione del margine della palpebra, di conseguenza i peli sfregano contro la cornea, provocando irritazione, lacrimazione, sensibilità alla luce, congiuntivite e ulcere corneali.

 

Ulcere corneali

Le ulcere sono molto dolorose e possono rapidamente mettere l’animale a rischio di compromissione della vista, per ciò richiede tempestività.

La cornea è  la parte anteriore dell’occhio più superficiale e svolge funzioni fondamentali: funge da barriera di appoggio per le strutture all’interno dell’occhio e permette che la luce passi all’interno dell’occhio fino alla retina.

I sintomi delle ulcere possono essere: lacrimazione, occhio arrossato, dolore, cornea opaca e fastidio alla luce. Le ulcere corneali sono suscettibili di infezione batterica.

 

Glaucoma

Anche i cani e i gatti, come le persone, possono sviluppare glaucoma. Questa patologia consiste in un aumento della pressione dell’occhio, causato da uno squilibrio tra produzione e drenaggio dei liquidi. Il liquido contenuto nell’occhio si forma dietro l’iride e fluisce nella parte anteriore, per poi essere drenato alla periferia dell’iride stessa. Questo meccanismo consente di mantenere costante la pressione intraoculare.

Nel glaucoma, per motivi vari, che possono essere eredità, infiammazioni, traumi ecc. si ha la diminuzione del drenaggio, così che la continua produzione di liquidi determini un aumento della pressione dell’occhio stesso. Più è intenso l’aumento della pressione e più a lungo l’occhio rimane in quella condizione, minore è la possibilità di salvare la vista.

L’occhio colpito da glaucoma appare arrossato, a volte opaco; in genere la pupilla è dilatata e il cane manifesta una diminuzione della vista. Si tratta di una patologia dolorosa: l’animale tende a chiudere l’occhio affetto e può presentare un cambiamento di umore.

 

Uveite

L'uveite si verifica quando la pressione nell'occhio diminuisce drasticamente, con il risultato di un "occhio morbido". È una patologia dolorosa e accompagnata da un occhio rosso, con lacrimazione, strabismo e sensibilità alla luce. La pupilla reagisce lentamente alla luce perché è troppo piccola. Se non viene curato, l’animale soffre di un occhio infossato e di un'eventuale cecità. Quando l’iride si infiamma, c'è una drastica diminuzione della pressione all'interno dell'occhio a causa di una riduzione del fluido che mantiene questa pressione.

Questa condizione spesso si verifica a causa di una carenza nel sistema immunitario dell’animale. Quindi il cane e il gatto potrebbero anche avere malattie batteriche e infettive che li accompagnano.

 

Cataratta

cane con cataratta

La cataratta è l’opacizzazione del cristallino, la lente che si trova dietro l’iride e focalizza la luce sulla retina.

Questa malattia causa un calo della vista, che può arrivare fino alla parziale cecità. Il grado del danno visivo è dovuto all’estensione della cataratta e al suo sviluppo in uno o in entrambi occhi. Le cause della cataratta possono essere eredità, diabete, traumi, infiammazioni o altre malattie.

Spesso ci si accorge delle difficoltà visiva dell’animale, quando si nota che è più cauto nei movimenti e riluttante a salire e scendere le scale. Questa malattia si può sviluppare in diverse fasi della vita e con maggior probabilità negli animali più anziani.

Esistono alcuni rimedi naturali che possono aiutare a migliorare le condizioni di cataratta negli animali domestici, e queste sono:

Mirtillo: l'estratto di mirtillo risulta particolarmente efficace per la prevenzione e il trattamento dei disturbi oculari legati all'invecchiamento, tra cui la cataratta, grazie al suo contenuto di antociani (4) (5).

Gli antociani sono pigmenti idrosolubili appartenenti alla famiglia dei flavonoidi che hanno un forte potere antiossidante in grado di neutralizzare i radicali liberi responsabili dell'ossidazione delle proteine del cristallino, rallentandone quindi la degenerazione.

Ginko biloba: è una pianta eccellente per il trattamento di tutti i disturbi circolatori legati all'avanzare dell'età in quanto lavora sul circolo venoso, arterioso e a livello del microcircolo svolgendo un'azione vasoprotettiva, antinfiammatoria e antiossidante (6).

Tarassaco: è noto da sempre come depurativo, ma il tarassaco è anche benefico per la salute degli occhi. Esso migliora la circolazione e rafforza il tessuto retinico, è ricco di antiossidanti, vitamine A e C e betacarotene (7).

Una miscela naturale con mirtillo, gingko biloba, gramigna e tarassaco può aiutare ad invertire naturalmente la cataratta nei cani e nei gatti.

Leggi anche: "Soluzioni Naturali per la Cataratta negli Animali Anziani"

 

Se si sospetta una delle patologie sopracitate è assolutamente necessario portare il proprio animale dal veterinario.

 

Per una Buona Salute degli Occhi

cane e gatto in buona salute

Una sana alimentazione è fondamentale per la salute generale del cane e del gatto. Spesso il passaggio a una dieta sana, a cibo senza cereali e senza altri allergeni può ridurre il rischio di infezioni e di molte malattie. È consigliabile scegliere sempre un’alimentazione sana, possibilmente disidratata o pressata a freddo, con ingredienti di grado alimentare umano, senza aggiunta di additivi, conservanti e coloranti.

Aggiungere al cibo dei probiotici, per equilibrare la flora batterica intestinale: i probiotici impediscono la proliferazione dei ceppi batterici patogeni.

Leggi anche “8 Vantaggi di Salute dei Probiotici per il tuo Pet”.

 

Tenere gli occhi puliti, è importante tenere puliti gli occhi degli animali domestici per evitare che si creino irritazioni e infezioni che possono diventare fastidiose e anche pericolose per la salute. È necessario anche evitare che l’animale, sentendosi infastidito, tenda a strofinarsi gli occhi con le zampe, graffiandosi e aggravando la situazione.

Un ottimo collirio naturale per la pulizia degli occhi può essere fatto con le seguenti erbe:

Eufrasia: è un'erba tradizionalmente usata nella medicina popolare, principalmente per i disturbi dell'occhio, infatti grazie alle sue proprietà antinfiammatorie (1) (2) è molto efficace nel trattamento delle infezioni e irritazioni.

Amamelide: questa pianta contiene una serie di sostanze fitochimiche, tra cui tannini, flavonoidi e oli essenziali, che hanno effetti astringenti (3), antibatterici, antivirali e antinfiammatori. Aiuta ad attenuare le infiammazioni e le irritazioni agli occhi.

 

 

Riferimenti:

  • 1- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25207164
  • 2- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4115993/
  • 3 - https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/B9780702042690000110
  • 4- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4725955/
  • 5- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4632771/
  • 6- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3429325/
  • 7- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3401523/
Lascia un Commento