Change your language here!

Servizio gratuito numero


Le 7 Malattie della Pelle Più Comuni nei Cani e Gatti

Le malattie della pelle sono molto comuni tra i nostri cani e quando essi ne sono vittime, vederli stare male e grattarsi, è una sofferenza anche per noi. Se il nostro cane manifesta sintomi quali prurito, perdita di pelo o altri cambiamenti della pelle, allora può essere affetto da una malattia dermatologica.

cane con pulciLe malattie più comuni sono le seguenti:

Scabbia: i parassiti della scabbia possono comunemente infettare la pelle dei nostri amici a quattro zampe. Si tratta di un’infezione estremamente contagiosa che, talvolta, può essere trasmessa anche agli esseri umani tramite un processo di zoonosi. Un classico segno della presenza di scabbia è lo sfregamento della punta dell’orecchio con la zampa posteriore. Si tratta infatti di un riflesso automatico del cane in risposta al costante prurito.

Tuttavia, i trattamenti della scabbia che si trovano oggi in commercio hanno un’efficacia del 100%.

Demodicosi: è un’infezione causata da acari demodex in presenza di un sistema immunitario immaturo (si manifesta nei cuccioli) o di un deficit immunitario nei cani adulti. È chiamata anche rogna rossa e di solito, è trasferita dalla madre ai cuccioli. A differenza dei parassiti della scabbia, gli acari demodex non sono contagiosi né per altri cani né per gli esseri umani.

I primi sintomi sono individuabili nella perdita di pelo in alcuni punti specifici del corpo, come nel muso o nelle zampe. Il prurito è sopportabile, se non sono presenti altri batteri.

Il trattamento convenzionale prevede che il cane venga immerso totalmente in un potente pesticida, in grado di distruggere tutti gli acari. Occorre però fare molta attenzione  perché tale cura ha spesso molteplici effetti collaterali. Per i cani fino ad un anno di età, il trattamento è molto efficace. Per gli esemplari adulti, invece, il trattamento è lungo e impegnativo, poiché siamo in presenza di deficit immunitari.

Pulci: La maggior parte dei cani ha le pulci. Tuttavia, se i cani hanno delle particolari allergie alle pulci, soffrono tantissimo anche se ne hanno soltanto una sulla loro pelle.  I classici segni di allergia alle pulci sono la perdita di peli, forti pruriti, rossori e fastidi localizzati soprattutto nei pressi della coda.

Gatto con infezioni micoticheInfezioni batteriche e infezioni micotiche: Questo tipo di infezioni sono molto comuni nei cani, e la maggior parte di esse è curabile. Spesso, esse si verificano insieme ad altre patologie, per cui è importante riconoscerle subito e seguire una giusta terapia antimicotica.

Tigna: Si tratta di un’altra infezione fungina della pelle, causata da un fungo con cui i cani vengono in contatto attraverso delle cose sporche. Solitamente, la tigna non causa molto prurito ai nostri amici a quattro zampe e, inoltre, non è contagiosa. Quando, però, sono i gatti ad avere la tigna, allora qui il discorso cambia perché diventa contagiosa non solo per gli animali, ma anche per gli esseri umani.

Allergie: Alcuni cani sono allergici al cibo che mangiano. I test per verificare le allergie alimentari nei cani non sono affidabili, compreso l’esame del sangue. La migliore prova è la valutazione diretta dei sintomi che si manifestano, dopo che il cane ha mangiato un particolare alimento. Un sintomo comune dell’allergia è il prurito e l’infiammazione in ogni parte del corpo del cane, anche la zona perianale.

Atopia: E' la causa più comune di prurito. Proprio come gli esseri umani, i cani vengono, quotidianamente, in contatto con allergeni- erba, polline, muffe, polvere, acari, ecc. Quando le allergie colpiscono gli esseri umani, i sintomi sono soprattutto di natura respiratoria, per i cani invece, l’unico sintomo evidente è il prurito.
Se il nostro cane mordicchia incessantemente le sue zampine, allora nell’85% dei casi è affetto da atopia. Il trattamento migliore è quello che permette al nostro cane di alleviare la maggior parte dei suoi fastidi. A garantire questo, si possono utilizzare una serie di farmaci uniti a shampoo specifico per combattere gli allergeni. In casi più gravi, il cane ha bisogno di una terapia steroidea, ovvero a base di cortisone la quale, però, causa tantissime altre patologie a lungo termine.

Le patologie elencate finora sono infatti tra le più comuni malattie della pelle che colpiscono i nostri amici a quattro zampe.

Purtroppo nella maggioranza dei casi le malattie dermatologiche vengono trattate con antiparassitari tra cui il Frontline che secondo diverse ricerche possono causare problematiche molto serie al sistema nervoso e ai reni dei nostri animali dovute al fipronil.

 

Negli ultimi anni si è visto sempre più spesso come l’alimentazione incida sulla salute dei nostri animali.

I parassiti come i virus e i batteri attaccano maggiormente l’organismo quando il sistema immunitario è debole; per questo motivo, un’alimentazione sana e naturale rende gli animali più resistenti a questi attacchi.

I nutrienti presenti nei cibi per gli animali (specie le crocchette) vengono purtroppo alterati dalla cottura diventando meno facilmente assorbibili dall’intestino; questo causa residui tossici che infiammano le pareti intestinali e alterano la flora batterica con un conseguente calo delle difese immunitarie (l’80% si trovano nell’intestino) che predispone i nostri amici ad allergie, parassitosi e varie infezioni dermatologiche .

Inoltre spesso i cibi per animali contengono muffe, metalli pesanti e scarti di macellazione che rappresentano un ulteriore pericolo per la salute.

Una soluzione molto valida consiste nel passare ad un’alimentazione con cibo disidratato di grado alimentare umano facilmente digeribile: il processo di disidratazione mantiene infatti integri i nutrienti senza alterarli.

Molto importante è l’integrazione  con probiotici che risultano carenti o addirittura assenti in qualunque tipo di alimentazione.

probiotici per cani e gattiI probiotici, come Probiotic Miracle, sono essenziali per mantenere l’equilibrio della flora intestinale, un buon funzionamento del sistema immunitario e la produzione di acidi grassi a corta catena.

Gli acidi grassi a corta catena possiedono una spiccata azione antinfiammatoria a livello del colon e sono in grado di contenere i fenomeni putrefattivi (causati dagli alimenti non digeriti) che causano intossicazioni; svolgono anche un’azione preventiva importante nella prevenzione dei tumori al colon.

Un altro aspetto non trascurabile consiste nella disintossicazione degli organi interni (fegato, reni, polmoni, pelle) ai fini di eliminare le tossine accumulate nel corso degli anni per rinforzare l’organismo a 360 gradi.

La natura ci mette a disposizione delle erbe molto efficaci per depurare l’organismo senza causare effetti collaterali.

Relivel e' una miscela di erbe officinali con azione disitossicante su tutti gli organi interni.

Successivamente ad una efficace disintossicazione, oltre a seguire un’alimentazione naturale come abbiamo menzionato precedentemente, sarebbe molto utile utilizzare piante che rinforzino il sistema immunitario.

E’ fondamentale consultare il vostro veterinario di fiducia qualora il cane o il gatto stiano già assumendo una terapia farmacologica, onde evitare possibili interazioni.

Per concludere, possiamo affermare che la sinergia di dieta, probiotici e disintossicazioni periodiche contribuisce alla salute ottimale del nostro animale.

Tutti gli elementi di questa sinergia sono indispensabili. Uno senza gli altri equivarrebbe a costruire una casa senza fondamenta o un tetto troppo fragile che si danneggerebbe al primo temporale o alla prima nevicata abbondante.

Lascia un Commento