it en
Change your language here!

La Minaccia Spesso Non Riconosciuta dei Lieviti nel Cane

La maggior parte dei proprietari di animali domestici ha sicuramente sentito parlare dell'infezione causata dal lievito ma molti non sanno esattamente quale sia la causa.lievito incontrollato cani

A volte si pensa che sia normale che il cane emani un odore sgradevole ma in realtà potrebbe avere un problema causato dalla crescita eccessiva del lievito. Il lievito è un tipo di fungo che si riproduce attraverso un processo chiamato "in erba".

Le infezioni della pelle e delle orecchie causate dal lievito sono molto comuni nel cane e sono causate da un organismo chiamato “Malassezia pachydermatis”. Si genera l'infezione quando l'organismo del cane comincia a produrre una quantità inarrestabile di lievito. Quando la riproduzione del lievito va fuori controllo, gli organismi invadono e colonizzano aree del corpo e della pelle del cane al di là di quelle in cui normalmente vivono.

I lieviti sono organismi opportunistici  poiché prosperano quando il corpo non è sano o in perfetto equilibrio. Infatti, la maggior parte dei cani con infezioni da lieviti ha squilibri del sistema immunitario che inibiscono la capacità del corpo di controllare la crescita eccessiva del lievito. Le infezioni da lieviti spesso si verificano durante o dopo la terapia antibiotica perché i farmaci hanno ridotto i livelli di batteri benefici necessari a mantenere le difese della pelle sana.

Il lievito può anche essere un problema significativo per gli animali domestici che sono immunodepressi. Ciò include gli animali nati con carenze di immunoglobuline. Ci sono anche alcuni farmaci come gli steroidi e agenti chemioterapici che sopprimono il sistema immunitario di un animale e sono in grado di aprire la porta a infezioni da lieviti.

Numerose di infezioni da lieviti sono associate alle allergie. L'allergia è una reazione eccessiva del sistema immunitario e molti veterinari usano steroidi immunosoppressori come il prednisone, desametasone e il cortisone per disattivare la risposta immunitaria. Questo rende l'organismo del cane incapace di gestire i normali livelli di flora e ci può essere una crescita eccessiva di lievito.

Gli antibiotici che diamo al cane distruggono tutti i batteri - sia i cattivi che i buoni - e ciò può portare ad un aumento del lievito

A volte, il test allergologico mostrerà che un cane sta avendo una reazione allergica alla propria flora naturale. In quel caso le cose possono diventare molto complicate. 
Un'infezione da lievito può verificarsi in qualsiasi punto sulla pelle di un cane, anche tra le dita delle zampe, sotto le ascelle e nelle rughe della pelle. Pertanto la parte del corpo in cui più comunemente insorge un'infezione sono le orecchie del vostro cane.

Il cane con un'infezione da lieviti è preso da un prurito immenso e il continuo grattarsi gli provoca moltissimo dolore. Il lievito ha un odore molto particolare che viene descritto come quello del pane ammuffito e si tratta, in realtà, di un odore pungente di muffa, che a volte può essere insopportabile. Spesso però tale odore viene confuso con quello che normalmente dovrebbe avere la pelle del cane e di conseguenza, il padrone non si accorge che il suo animale è malatocane che si gratta

Altri segni di un’infezione da lievito includono: irritazione della pelle, rossore, infiammazione, soprattutto intorno alle orecchie, intorno alle dita e ai cuscinetti delle zampe, intorno al naso, intorno all'ano, sotto le ascelle, sul collo, e talvolta intorno alla base della coda.

Ci potrebbe anche essere la perdita di peli, pelle grassa o unta.  A volte, nelle infezioni croniche da lievito più gravi si sollevano chiazze squamose di pelle o addirittura la pelle si scurisce e si addensa. Ci potrebbe anche essere un’infezione batterica secondaria o uno scarico giallo-verde maleodorante dalle orecchie.

La diagnosi definitiva di un'infezione da  lievito è compiuta mediante esame citologico osservando un tampone della pelle al microscopio o presentando un tampone sterile della pelle al laboratorio dove le cellule vengono coltivate ed identificate. Se c'è un'infezione all'orecchio, sia diagnosticata che sospettata, è estremamente importante sapere se i timpani sono ancora intatti prima di mettere qualsiasi liquido, gel, detergente o altri farmaci nelle orecchie. Se uno o entrambi i timpani sono perforati, mettendo i prodotti nel canale uditivo si rischia di danneggiare l'orecchio medio e interno.

La maggior parte dei cani con tale infezione la manifestano in vari punti, d esempio, possono averla sulle quattro zampe, su entrambe le orecchie, o in alcuni casi, su tutto il corpo. Indipendentemente dalla causa principale dell'infezione di lievito, la nutrizione è il passo più importante e la prima cosa da fare nel trattamento di esso. La nutrizione, che il vostro cane riceve, se è adeguata, supporta il suo sistema immunitario a mantenere la crescita del lievito sotto controllo, e questo lo si ottiene con i probiotici e con alimenti/integratori che riducono l'acidità e disintossicano il corpo. Per i cani con il lievito, esiste una dieta anti-lievito, che è anche chiamata "dieta anti-infiammatoria".

I probiotici sono essenziali per mantenere un buon tasso di assorbimento dei nutrienti, avere villi intestinali sani, mantenere in equilibrio la flora batterica, lenire le pareti intestinali e produrre le vitamine B fondamentali per il metabolismo energetico.

Esistono in commercio integratori di probiotici appositamente studiati per cani e gatti abbinati a prebiotici (frutto oligosaccaridi) che sono fibre solubili come l'inulina che danno nutrimento ai probiotici aiutandoli a crescere all'interno del colon.

E' importante sceglierne uno che abbia almeno 2 miliardi di CFU (le unità delle colonie di probiotici).

Il lievito utilizza lo zucchero come fonte di energia, dunque la prima cosa da fare è eliminarlo dalla dieta del cane (riso, pasta, cereali e patate - dopo guarigione reinserire preferibilmente solo le patate). Importante è anche l'aggiunta di un paio di cibi considerati antifunghini naturali per la dieta dell'animale, per esempio, piccole quantità di aglio fresco, timo, prezzemolo e origano.

Consiflio anche un ottimo antibiotico, antifungino naturale senza effetti collaterali e di facile applicazione usato sin dall'antichità che è l'argento colloidale.

Quest'ultimo si è infatti rivelato un potentissimo antimicrobico naturale in grado di eliminare batteri, funghi, virus e parassiti ossidando le loro pareti cellulari e quindi rendendoli inattivi. E' estremamente efficace contro infezioni (staphylococcus aureos, pseudonomas aureoginosa ecc) ed infiammazioni aiutando la rigenerazione cellulare.

Si consiglia di scegliere un prodotto a base di argento colloidale con produzione di ioni argento a lunga durata in quanto questi ultimi, essendo molto instabili, tendono ad esaurirsi rapidamente una volta entrati nell'organismo. La forma in spray è consigliabile in quanto permette un miglior tasso di assorbimento a livello sistemico.

Il lievito ama un ambiente umido, ed è per questo che cresce in fessure, sotto l'ascella, nelle pieghe del suo inguine, e intorno alla base della coda. Non è sufficiente applicare solo una crema o una soluzione antimicotica nelle zone del corpo interessate ma quelle aree devono essere regolarmente disinfettate con rimedi che il veterinario, sicuramente, sarà in grado di suggerire.

 

2 pensieri su “La Minaccia Spesso Non Riconosciuta dei Lieviti nel Cane”

  • Antonella

    Gentilissimi sono la proprietaria di un cvane meticcio di 18 kg che è in preda a un otite per la quale non si fa toccare da nessuno... il veterinario mi ha consigliato una dieta monoproteica priva di carboidrati visto che già qualche mese fa era pieno di malassezia..
    Esiste un vostro prodotto magari in pastiglie che mi aiuti a risolvere il problema senza ricorrere ad anestesie? Grazie infinite

    Replica
    • admin

      Salve,

      come descritto nell'articolo, aggiungerei probiotici e poi a livello interno, visto che il cane è intrattabile, userei Flexasure perchè ricco di zolfo organico che ha un effetto antifungino e disintossicante. A livello esterno, se possibile, usi EarMist.

      Replica
Lascia un Commento