it en
Change your language here!

Parvovirosi Canina e i Rimedi Naturali per Ripristinare il Benessere

cane letargicoLa parvovirosi canina è una malattia molto grave e altamente contagiosa ed è una delle patologie con più alto tasso di mortalità. Il virus è stato riconosciuto per la prima volta nel 1977 e da allora è stato individuato come patogeno nei cani in tutto il mondo con elevata morbilità (100%) e mortalità frequente fino al 10 % (1). Per gli animali domestici colpiti dal parvovirus (in genere i cani non vaccinati o immunocompromessi), la sopravvivenza può dipendere da quanto velocemente il virus viene diagnosticato e trattato.

La parvovirosi canina è una malattia infettiva di origine virale del cane, conosciuta anche come gastroenterite trasmissibileIl virus responsabile è classificato come Parvovirus Canino Tipo 2 (CPV 2), per distinguerlo da un altro Parvovirus (CPV 1) riscontrato nelle feci del cane, senza significato patologico.  È un virus molto resistente nell'ambiente e all'azione di detergenti e disinfettanti (2)L'infezione di parvo provoca gastroenterite emorragica, caratterizzata da vomito e diarrea sanguinosa.

 

Come si Trasmette la Parvovirosi Canina

Il parvovirus è altamente contagioso e può essere trasmesso attraverso il contatto diretto con un cane infetto, attraverso le feci contaminate, l’ambiente e le personePraticamente qualsiasi superficie che tocca un cane può portare il virus, inclusa la sua cuccia, i contenitori del cibo e dell'acqua, il collare e il guinzaglio, i giocattoli per cani, ecc. Possono veicolare il virus anche altri animali, le mani e gli indumenti di persone che gestiscono cani malati. Il virus è altamente resistente e può rimanere nel terreno per almeno un anno. Sopravvive agli estremi di temperatura e umidità.

 

 

Il virus attacca le cellule dell’apparato gastroenterico del cane o, con minore frequenza, il cuore e inizialmente può avere un decorso anche lieve, anche se nei cuccioli, il cui sistema immunitario è ancora in fase di formazione, è spesso mortale.
Quando si manifesta con gastroenterite emorragica il virus penetra nel naso e/o nella bocca e comincia a replicarsi nelle tonsille, invade quindi il sistema circolatorio e infine milza, timo, linfonodi e intestino tenue, portando la necrosi dei tessuti.
 

Sintomi dell'Infezione

I sintomi dell'infezione sono simili in tutti i cani e includono:

  • ♦ perdita di appetito
  • ♦ vomito e grave diarrea, spesso sanguinosa
  • ♦ febbre
  • ♦ letargia e debolezza
  • ♦ disidratazione

La maggior parte delle morti del parvovirus si verificano entro 48-72 ore dopo l'inizio dei sintomi, per cui è fondamentale, nel caso si sospetti che il cane abbia un'infezione da parvo, portarlo immediatamente dal veterinario. La diagnosi del virus richiede gli esami del sangue e delle feci.

La Parvovirosi è una malattia grave e ha bisogno di rapidità d’azione per:

  • 1 - supportare il sistema immunitario,
  • 2 - reidratare/prevenire la disidratazione,
  • 3 - sostituire le proteine e prevenire l’anemia,
  • 4 - proteggere il tratto intestinale da ulteriori infezioni e combatte il virus in sé.

I cani infetti devono essere isolati per minimizzare la diffusione dell’infezione.

 

Rimedi Naturali

Ci sono rimedi naturali ed erbe che possono essere utili nel trattamento dei sintomi del parvo. L'obiettivo del trattamento è quello di sostenere gli organi e i sistemi del corpo del cane e rafforzare il suo sistema immunitario.

1 - Echinacea

L’Echinacea è un antibiotico naturale ed è noto tra gli erboristi per la sua capacità di stimolare la funzione immunitaria. Utilizzata dai nativi americani come una panacea a base di erbe, è stata tradizionalmente utilizzata per curare la scarlattina, la malaria, la difterite e la setticemia (3).

 

2- Chiodi di garofano
I Chiodi di garofano sono utilizzati nella medicina Ayurvedica e cinese per trattare la nausea, il vomito e la diarrea. Sono potenti antiossidanti e contengono eugenolo che, nei test clinici, ha dimostrato possedere anche un’attività antivirale (4).

 

3 - Astragalo

radice di astragalo

Usato nell'antica medicina cinese, l’Astragalo stimola e supporta il sistema immunitario. Ci sono numerosi studi clinici che dimostrano che l’Astragalo uccide virus quali l’epatite e l’herpes e combatte anche le infezioni associate alle patologie croniche. Uno studio ha dimostrato che l’Astragalo ha migliorato l’immunità cellulare durante la miocardite virale, una delle condizioni potenzialmente causate dalla Parvovirosi. È stato anche dimostrato che aumenta la funzione del midollo osseo e la produzione di nuove cellule del sangue nei casi di anemia aplastica, che possono anche essere causati dalla Parvo (5).

 

4 - Radice di Tarassaco
Una vecchia conoscenza, il tarassaco è stato a lungo utilizzato per le sue proprietà disintossicanti. In Europa veniva utilizzato per controllare la diarrea e svolge anche un’azione antinfiammatoria e antidolorifica (6) .

 

5- Radice di Bardana
Tradizionalmente utilizzata per disintossicare il sangue, la radice di Bardana è anche un potente antiossidante e antinfiammatorio. Ha rivelato proprietà prebiotiche per favorire la salute generale. Il dinamico duo di Tarassaco e Bardana è stato a lungo utilizzato per la doppia azione di disintossicazione del fegato e dei reni, essenziale per aiutare il corpo a riprendersi dalle infezioni virali.

 

6- Fungo Shiitake 
Lo Shiitake è uno dei funghi medicinali più diffusi. Lo Shiitake contiene lentinano che è un collaudato inibitore delle cellule tumorali, dell’HIV e delle cellule leucemiche. Lo Shiitake è anche una ricca fonte di proteine e uno stimolatore naturale del sistema immunitario (7).

 

 7- Acetosa
L’Acetosa è un antivirale e un diuretico ed è utilizzata per trattare la diarrea e le infezioni virali. Una volta veniva usata per il trattamento del cancro dalle tribù dei nativi americani (8) (9).

 

Queste erbe, in sinergia tra di loro, costituiscono una miscela naturale per attivare le difese naturali del cane che rafforzano i sistemi biologici e ripristinano il benessere.

 

 

Riferimenti

  • (1) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3550768/
  • (2) https://it.wikipedia.org/wiki/Parvovirosi_canina
  • (3) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3205674/
  • (4) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19589904
  • (5) https://nccih.nih.gov/health/astragalus
  • (6) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2820990/
  • (7) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25866155
  • (8) http://www.jstor.org/stable/2258242?seq=1#page_scan_tab_contents
  • (9)https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21070811
Lascia un Commento