Change your language here!

Servizio gratuito numero


Depura Naturalmente l'Insufficienza Renale nei Gatti e Cani

L’insufficienza renale negli animali è una malattia ormai molto diffusa che colpisce maggiormente i gatti rispetto ai cani.

Con l’insufficienza renale i reni non lavorano più e, non essendo più in grado di filtrare le sostanze di scarto, il sangue non riesce a essere purificato, di conseguenza l'intero sistema comincia a deteriorarsi.

Si viene così a creare un’alterazione in quella che è la composizione dei liquidi organici, in particolar modo del sangue, quindi avviene una forte diminuzione di elettroliti (sodio e potassio), con conseguente aumento di sostanze dette azotate e di scarto, che si traduce in un accumulo di ammoniaca, metaboliti, nitrati e altre tossine nell’organismo dell’animale.

Queste sostanze in condizioni normali sarebbero eliminate attraverso le urine (come urea e creatinina). Non essendo i reni più in grado di filtrare e concentrare le urine, queste risulteranno molto più abbondanti e frequenti.

 

L’ importanza dei Reni

I reni, negli animali come anche negli esseri umani, hanno un ruolo di vitale importanza. Il loro compito principale è quello di mantenere il corretto equilibrio idro-salino, aiutano a controllare la pressione sanguigna, svolgono una costante depurazione del sangue e rimuovono le tossine e gli scarti prodotti dal corpo.

Nel caso iniziassero a non funzionare dovutamente verrebbero meno alla loro funzione di drenaggio. Con tale disfunzione i reni eliminerebbero solo l’acqua trattenendo nell’organismo le sostanze tossiche che, inevitabilmente, finirebbero nel circolo sanguigno.

La rimozione dei rifiuti avviene in piccoli sistemi all'interno dei reni chiamati nefroni. Ogni nefrone contiene una piccola struttura filtrante chiamata glomerulo. Questi glomeruli mantengono le proteine ​​e le cellule normali del sangue nel flusso sanguigno, permettendo allo stesso tempo ai fluidi e ai rifiuti di fluire per finire nell'urina. Viene effettuato uno scambio chimico, in quanto materiali di scarto e acqua lasciano il sangue e entrano nel sistema urinario.

L'individuazione precoce delle malattie renali è molto importante per minimizzare i danni che queste malattie possono portare. Purtroppo i sintomi precoci possono essere persi e i casi moderati non sono spesso riconosciuti fino a quando il danno non è grave.

 

Sintomi dell'Insufficienza Renale

Di solito i primi segni sono frequente urinazione, perché i gatti iniziano a perdere la proteina nell'urina perdendo la capacità di trattenere l'acqua. Ciò provoca nell'animale un aumento della produzione di urina e la perdita di acqua lo spinge a bere di più.

È importante rendersi conto che la perdita di acqua nelle urine fa in modo che l'animale beva di più e non viceversa. Se pensi che il tuo animale beva troppo e gli togli la sua acqua, puoi causargli disidratazione, che colpisce negativamente i reni. È indispensabile che gli animali possano avere accesso illimitato all'acqua.

Altri sintomi sono: vomito, diarrea, gengive pallide, ulcere in bocca, mancanza di appetito e perdita di peso, depressione generale legata all'elevazione dei prodotti di scarto nel sangue, anemia e conseguente debolezza.

Segni meno comuni: ossa fragili, che possono provocare fratture ossee, alta pressione sanguigna, che può portare ad una cecità improvvisa e alla formazione di lividi.

 

L’insufficienza Renale Cronica (IRC) e Acuta (IRA)

L’insufficienza renale negli animali può assumere due forme, una detta “acuta” (IRA) e una detta “cronica” (IRC).

In pratica nella forma acuta i reni smettono in modo abbastanza repentino di funzionare, causando quello che viene comunemente chiamato blocco renale. E’ più facile da diagnosticare perché l’animale riduce drasticamente la produzione di urina.

La forma cronica invece è più difficile da diagnosticare perché si manifesta in maniera progressiva. Quest’ultima forma di insufficienza porta l’animale all’uremia, la condizione di presenza nel sangue di urea e altri prodotti di scarto.

L'insufficienza renale cronica  è tra le principali cause di morte tra i felini ed è considerata una grave minaccia anche per i cani. È una condizione degenerativa che spesso non viene rilevata fino a quando la maggior parte dei danni non è già presente.

La malattia renale cronica è uno dei disturbi più frequentemente riscontrati nei gatti, avendo aumentato la prevalenza negli ultimi decenni. Gli studi effettuati negli ultimi 15 anni hanno comunque consentito l'individuazione dei principali fattori di rischio (proteinuria, fosfato plasmatico e creatinina plasmatica) che influenzano la progressione della malattia (1).

Le conseguenze dell'insufficienza renale cronica sull’organismo sono gravissime, potendo arrivare a creare problemi di anoressia, nausea, prurito e blocco totale delle vie urinarie nella fase terminale.

 

Fattori di Rischio

Una varietà di fattori inclusi invecchiamento, dieta inappropriata con cibo secco ricco di additivi e i richiami delle vaccinazioni è stata indicata come causa dell'avvio dell’insufficienza renale nei gatti (2).

Il veterinario Patricia Jordan, esperta di ricerca sul tema della vaccinazione, afferma che “Il rene è una grande parte del sistema linfatico. Il corpo tenta di eliminare le tossine dei vaccini e ci sono danni in questo meccanismo di compensazione (3)

Uno studio (4) dimostra nei gatti un'associazione tra il vaccino e l’insufficienza renale. Risulta che il sistema immunitario del gatto vaccinato viene stimolato contro i virus e viene anche stimolato contro i propri reni.

Un altro studio (5) suggerisce che la frequenza della vaccinazione e la gravità della malattia dentale siano fattori di rischio per lo sviluppo di insufficienza renale nei gatti.

Le cause più comuni di insufficienza renale nei cani e nei gatti sono le malattie infettive (leptospirosi, pielonefriti batteriche, borreliosi) e tossicità (farmaci, piante, antigelo) (6).

Si presume che sia frequente oggigiorno un numero sempre crescente di casi di insufficienza renale negli animali, dato che questi vengono esposti sempre più ad una moltitudine di tossine provenienti non solo dall’alimentazione o dai farmaci ma anche dall’ambiente.

 

Trattamento per gli Animali con Insufficienza Renale

La prima cosa da fare per qualsiasi animale domestico con malattie renali è quello di nutrire i reni fornendo le sostanze nutritive necessarie il loro miglior funzionamento.

Gli acidi grassi e i alchigliceroli nell'olio di fegato di Chimera possono contribuire a ridurre l'infiammazione, diminuendo la pressione sanguigna e preservano la funzione renale.

Evitare l’acqua del rubinetto che contiene sostanze come il cloro, che porta alla carenza di iodio e vitamina B. 

Alimentazione

La ricerca ha dimostrato che i gatti che mangiano cibo secco, come per esempio le crocchette, fanno un'urina più concentrata rispetto a quelli che mangiano cibo umido. L'elevata concentrazione di urina è dovuta alla disidratazione causata dal cibo. L'urina concentrata provoca anche più facilmente la formazione di cristalli nell'urina.

No alla dieta senza proteine

Molte persone credono che una dieta a basso contenuto di proteine sia l’ideale per un animale con problemi ai reni.

Invece la perdita di proteine ​​dai reni è uno dei primi segni dell’insufficienza renale, e cosa succede se si abbassa l'assunzione di proteine ​​mentre il corpo sta buttando fuori più proteine? Semplicemente il corpo prende proteine ​​dal proprio tessuto muscolare.

Alcuni studi indicano che la restrizione proteica non interrompe la progressione della malattia renale nei cani e nei gatti. La restrizione della proteina è utile solo nelle fasi finali della malattia, specialmente quando il livello di fosforo inizia ad aumentare (7,8,9).

 

Le Migliori Erbe per Sostenere le Funzioni dei Reni

Di seguito l’elenco di alcune erbe che favoriscono i processi di disintossicazione nell'organismo e fanno in modo che esso elimini più facilmente i prodotti di scarto del metabolismo.

L'Erica è fortemente diuretica e antisettica e disinfetta, benefica per  il tratto urinario. Efficace contro calcoli renali e renella, pielite, colibatteri nell'urina nonché contro l’infiammazione. I componenti principali sono: flavonoidi come iperoside e querecetina, tannini, arbutina e innulina. A questa pianta vengono attribuite proprietà diuretiche, antisettiche, sudorifere, secretive, antireumatiche e decongestionanti. (10,11) 

Il Tarassaco è utile e noto da sempre per le sue proprietà per depurare il fegato e anche per dimagrire. Essendo un buon diuretico, il tarassaco stimola i reni, aumenta la quantità dell'urina e favorisce l'eliminazione delle sostanze di rifiuto e delle tossine. Contiene la taraxicina, grazie a cui sviluppa le sue proprietà toniche e digestive, flavonoidi, responsabili dell'attività diuretica, triterpeni, carotenoidi, cumarine, minerali (potassio, calcio), mucillagini, inulina e vitamine (A, B, C). (12,13).

L' Uva ursina viene applicata nei casi legati agli apparati urinario e renale. E' un importante antisettico delle vie urinarie, utile ogni qualvolta vi sia un'infiammazione o un'infezione in quanto è in grado di determinare un’azione antisettica e soprattutto di calmare lo stimolo continuo della minzione e il dolore ad esso legato (14,15).

Il Ginepro è un digestivo coadiuvante i reni affaticati ed è un forte diuretico. (16).

Queste erbe, in sinergia tra di loro, costituiscono un’eccellente miscela naturale in caso di problemi ai reni negli animali.

 

Disintossicazione degli Organi

In un corpo sano, le tossine vengono eliminate rapidamente attraverso gli organi emuntori (fegato, reni, polmoni, intestino e pelle). In casi di problemi a uno di questi organi, è utile una depurazione per aiutare a portare fuori dall’organismo le tossine e gli scarti metabolici.

Le migliori erbe per la depurazione sono: Cardo mariano, ottimo per il fegato, Radice di Dente di Leone, Mallo di noce nera, Uva ursina, Origano.

Queste erbe, in sinergia tra di loro, costituiscono un eccellente disintossicante naturale per cani e gatti.

 

 

Riferimenti

  • (1) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23999182
  • (2) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26869151
  • (3) http://www.dogsnaturallymagazine.com/vaccine-induced-leptospirosis/
  • (4)http://catinfo.org/docs/VaccinesNephritis.pdf
  • (5) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4864943/
  • (6) http://www.vetfolio.com/emergency-medicine/causes-of-acute-renal-failure
  • (7) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2316661
  • (8) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8145529
  • (9) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9582959
  • (10) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4549546/
  • (11) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23764130
  • (12) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3155102/
  • (13) https://nccih.nih.gov/health/dandelion
  • (14) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/labs/articles/1434681/
  • (15) http://www.sciencedirect.com/topics/pharmacology-toxicology-and-pharmaceutical-science/arctostaphylos-uva-ursi
  • (16) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4897106/
Lascia un Commento