it en
Change your language here!
819048 714 381
71427321893

Probiotici per Cani: Quanto Aiutano e Quanto Fanno Male

Batteri nell'intestino del caneMolti batteri presenti nell'intestino del tuo cane, vivono come una relazione simbiotica.

Né beneficiano perché mangiano un po' del cibo del tuo cane e hanno un posto sicuro in cui vivere. Anche il tuo cane né trae beneficio, perché i suoi batteri intestinali possono migliorare la sua salute (1).

La maggior parte dei batteri nell'intestino del tuo cane sono chiamati batteri commensali. In latino commensale (convictor) significa “mangiare allo stesso tavolo”.

Questo è un ottimo modo per descriverli, fintanto che rimangono nell'intestino (e ne parleremo un po 'più in basso), ma prima diamo un'occhiata alla relazione simbiotica tra il tuo cane e i suoi batteri.

Il Microbioma Intestinale

I batteri vivono in tutte le parti del tratto digestivo del tuo cane. Ci sono solo alcuni batteri che vivono nello stomaco e mentre viaggi dall'intestino tenue all'intestino crasso, il loro numero aumenta. Ma, di gran lunga, la maggior parte dei batteri vive nel colon del tuo cane. Ricordalo, perché se i batteri lasciano il colon, possono iniziare i problemi. Anche i tipi di batteri cambiano mentre si scende nel tratto digestivo.

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che il tuo animale domestico potrebbe incontrare.

Tutti gli animali (e le persone) hanno gli stessi 6 batteri phyla (o famiglie) all'interno del proprio corpo:

♠ Firmicutes

♠ Bacteroidetes

♠ Proteobatteri

♠ Actinobacteria

♠ Spirochete

♠ Fusobatteri

Questi costituiscono il 99% di tutti i batteri intestinali. Questa complessa comunità di batteri e tutti gli altri microrganismi presenti nell'intestino del tuo cane, vengono chiamati microbioma. Il microbioma comprende anche lieviti e virus, ma principalmente quando utilizziamo questa parola, ci riferiamo ai batteri (2). Questi batteri funzionano all'unisono, come qualsiasi altro organo presente nel corpo del tuo cane. In effetti, gli scienziati chiamano il microbioma "l'organo dimenticato".

Ecco alcune delle famiglie di batteri presenti nei primi tre phyla:

Phyla Firmicutes

♥ Blautia

♥ Clostridium

♥ Lactobacillus

Phyla Bacteroidetes

♥ Bacteroides

♥ Prevotella

Phyla Actinobacteria

♥ Bifidobacterium

Tutti insieme questi batteri sono chiamati microbioma. Ogni microbioma è unico per ogni cane, proprio come un'impronta digitale per gli esseri umani, e questo perché ogni cane è esposto a un ambiente e una dieta unica.

Cosa Piace Mangiare ai Batteri?

Ogni volta che il tuo cane mangia, non sta solo alimentando le sue cellule, ma sta dando da mangiare anche ai batteri presenti dento il suo corpo. I batteri mangiano esattamente ciò che mangia il tuo cane, e amano particolarmente: la fibra. Questo perché il tuo cane non riesce a digerire la fibra, quindi passa all'interno del colon, lasciando molto cibo per ii batteri (3). Esistono tre importanti fonti di fibre per i batteri intestinali del tuo cane. 

Fibra Solubile

La fibra solubile si chiama così perché forma una massa idratata con acqua. Essa viene quasi completamente fermentata nel colon dai batteri che vivono lì, ed è una delle principali fonti di cibo.

Esempi di fibra solubile includono:

♣ Pectina da frutta

♣ Beta-glucano dai funghi

♣ Alghe e clorella

♣ Alcuni cereali

♣ Gomma di guar (estratta dai fagioli di guar)

♣ Metilcellulosa (un composto chimico estratto dalla cellulosa).

Fibra Insolubile

La fibra insolubile non si idrata. Essa è fermentato dai batteri nel colon. Tra gli esempi di fibre insolubili c'è senza dubbio la cellulosa. 

Amido Resistente

Questo amido è resistente agli enzimi digestivi nell'intestino tenue, quindi passa anche attraverso il colon per lo più invariato. Tutte queste sostanze elencate sono prebiotiche e, una volta che raggiungono il colon del tuo cane, i trilioni di batteri che vivono lì li divorano (tecnicamente li fermentano).

Come i Batteri Supportano il Sistema Immunitario

Quando i batteri mangiano le fibre, “escono” piccoli sottoprodotti chiamati acidi grassi a catena corta (SCFA). I tre principali SCFA sono:

Acetato

♥ Propionato

♥ Butirrato

Gli acidi grassi a catena corta rimangono nel colon del tuo cane o vengono espulsi. Ad ogni modo, essi svolgono un ruolo fondamentale nella salute e nell'immunità del tuo cane:

♦ Gli SCFA alimentano e fanno crescere più batteri e scoraggiano la crescita di batteri nocivi

♦ Gli SCFA aiutano a formare lo strato protettivo di muco nell'intestino

♦ Gli SCFA mantengono vicine le cellule che rivestono l'intestino (impediscono la fuoriuscita dell'intestino)

♦ Gli SCFA riducono i livelli di glucosio, proteggendo dalle malattie metaboliche e dall'obesità

♦ Gli SCFA (specialmente il butirrato) costruiscono importanti cellule T nel sistema immunitario, il che aiuta a ridurre l'infiammazione cronica.

♦ Gli SCFA pr♥oteggono dagli allergeni alimentari

♦ Gli SCFA aiutano l'organismo ad assorbire calcio, magnesio, ferro e altri nutrienti

Oltre a produrre SCFA, i batteri “commensali” svolgono altri ruoli importanti nel cane:

♠ Formano una barriera protettiva contro tossine, metalli pesanti e allergeni

♠ Producono enzimi per la digestione

♠ Producono vitamine del gruppo B.

♠ Cambiano l'espressione genetica delle cellule

♠ Contribuiscono fino al 90% del sistema immunitario del corpo

♠ Eliminano batteri e funghi indesiderati

♠ Producono serotonina che aiuta l'umore

♠ Agiscono direttamente con il cervello, sostenendo la sua funzione

Leggi anche: Gli Effetti dei Probiotici per Alleviare lo Stress di Cani e Gatti

Quando i Batteri Diventano Nocivi

Cane con malattia intestinaleI piccoli cambiamenti che possono subire i batteri che vivono nell'intestino del tuo cane, possono avere un impatto notevole l'organismo del tuo amico a quattro zampe.

A volte i batteri amici, però, producono sottoprodotti tossici. Alcune specie di Lactobacillus e Clostridium distruggono la bile e producono acidi biliari, che possono danneggiare il rivestimento intestinale (4).

Se i batteri patogeni crescono senza controllo, eliminano i batteri buoni. Quando questo accade, viene prodotto meno butirrato e questo riduce le proteine che mantengono strette le giunzioni tra le cellule epiteliali, aumentando la permeabilità dell'intestino tenue.

Quando si verificano perdite intestinali, i lipopolisaccaridi (o LPS) possono spostarsi nel flusso sanguigno. L'LPS si trova nella membrana esterna di batteri come il clostridio, l'enterococco e i batterioidi, e quando i batteri vengono scomposti, rilasciano LPS tossici nell'intestino tenue (5). Questo accade regolarmente perché molti batteri muoiono e rimangono nel lume dell'intestino.

Ma se c'è un problema nell'intestino che presenta delle ferite, l'LPS attraverserà la parete intestinale ed entrerà nella circolazione sanguigna. Questo crea, automaticamente, un'infiammazione di basso grado in tutto il corpo (6). Questo processo ha un nome specifico e si chiama: endotossiemia metabolica.

Gli scienziati stanno collegando l'endotossiemia metabolica con:

Malattie cardiovascolare

♦Diabete

♦ Obesità

♦ Disturbi dell'umore

♦ Malattie autoimmuni

Quindi, queste malattie sono tutte legate a cambiamenti nelle popolazioni batteriche presenti nel microbioma. Ora, se il tuo cane ha molti batteri diversi nell'intestino, questi cambiamenti hanno meno probabilità di verificarsi. Popolazioni di batteri di grandi dimensioni, significano che i cambiamenti batterici avranno un impatto minore sulla salute del tuo cane (7). Ma i mutamenti batterici avvengono continuamente. Gli spostamenti dei batteri possono essere causati da:

Antibiotici

♥ Farmaci

♥ Tossine

♥ Invecchiamento

♥ Dieta

Quando si verifica tutto questo, ovvero uno spostamento batterico, allora questa cosa che influisce sulla salute del tuo cane, si chiama disbiosi (8). Ma definire la disbiosi è difficile. Ricorda, il microbioma di ogni cane è come un'impronta digitale, quindi è difficile sapere come appare un microbioma normale ed equilibrato, visto che in ognuno è diverso.

Leggi anche: Probiotici per Cani e Gatti: Sveliamo i Segreti del Microbiota Intestinale

Che Aspetto ha la Disbiosi?

I sintomi della disbiosi si verificano spesso nell'intestino (9). Quando, però, è presente una perdita nell'intestino, è possibile vedere questi sintomi anche in altre parti del corpo. I segni comuni di disbiosi includono:

♣ Diarrea cronica o intermittente

♣ Alitosi

♣ Gas e gonfiore

♣ Cambiamenti dell'umore (aggressività o ansia)

♣ Allergie

♣ Sensibilità alimentari

♣ Lievito

Quando l'LPS tossico dai batteri penetrare nel flusso sanguigno, la conseguenza è un'infiammazione cronica. Questa può portare a:

Diabete

♦ Obesità

♦ Carenze nutrizionali (tra cui vitamine del gruppo B, minerali e vitamine liposolubili)

♦ Declino cognitivo

♦ Malattie autoimmuni

Questi problemi causeranno una maggiore infiammazione del rivestimento intestinale, con conseguenze importanti per il vostro cane.

I Probiotici Possono Aiutare la Salute dell'Intestino del tuo Cane?

Se vogliamo definire il probiotico possiamo dire che è un microrganismo vivo, che può colonizzare nell'ospite e fornire benefici per la salute.

Ci sono alcuni vantaggi nell'aggiungere i probiotici alla dieta del vostro cane:

♣ I probiotici competono con i batteri patogeni e li espellono.

♣ I probiotici possono produrre SCFA sani.

Uno degli argomenti usati per screditare i probiotici è quello che non riescono a sopravvivere al pH dell'intestino, e essenzialmente muoiono quando lo raggiungono. Spesso si dice anche che non colonizzano, anche se sono vitali quando raggiungono l'intestino (10).

Alcuni scienziati credono che solo il loro DNA abbia bisogno di sopravvivere, perché possano esserci benefici per la salute, e pensano che anche i probiotici morti possano causare cambiamenti immunitari nell'ospite, il che rappresenta uno spunto di riflessione interessante. Nel 2003, uno noto marchio di alimenti per cani, ha confrontato le feci di questi animali che seguono diete con alimenti commerciali identici per un periodo di un anno.

Ad uno dei due gruppo di cani, però, sono stati aggiunti probiotici (11). Quando hanno confrontato i due gruppi, gli scienziati hanno scoperto che i cani a cui erano stati aggiunti probiotico nel cibo, avevano molto più anticorpi IgA nell'intestino, rispetto all'altro gruppo, oltre ad aver rafforzato il rivestimento intestinale. I cani nutriti con probiotici avevano anche un numero molto maggiore di anticorpi IgA e IgG per il ceppo vaccinale del cimurro rispetto all'atro gruppo (12).

E questo è solo uno degli innumerevoli studi che dimostrano che i probiotici possono migliorare la salute e il sistema immunitario del nostro cane, anche se i vivono nel nostro corpo solo pochi giorni.

Cane sistema digerenteTipi di Probiotici per i Cani

Esistono tre tipi principali di probiotici che puoi dare al tuo cane, e tutti hanno proprietà diverse tra loro. Eccoli elencati tutti con i diversi benefici che apportano all'organismo del tuo amico a quattro zampe:

1. Lactobacillus e Bifidobacterium (probiotici a base di latte)
2. Saccharomyces boulardii (una specie benefica di lievito)
3. Probiotici a base di suolo (che formano spore per probiotici vitamine e antiossidanti)

Lactobacillus e Bifidobacterium

La stragrande maggioranza degli integratori probiotici, sono formati da batteri dell'acido lattico ottenuti dal latte fermentato. E' possibile riconoscerli guardando i nomi dei loro ceppi sull'etichetta del prodotto, insieme al nome della specie (13). Le specie Bifidobacterium e Lactobacillus sono spesso mostrate come B. Or L. Quindi potresti vedere B. Longum o L. acidophilus. I probiotici ottenuti dal latte tendono a durare solo circa 24 ore prima di essere eliminati dall'intestino. Guardiamoli ora, tutti separatamente:

Lactobacillus

Le specie di Lactobacillus convertono lo zucchero del latte in acido lattico, e si trovano nel phylum di Firmicutes. L'acido lattico inibisce la crescita di batteri nocivi nell'intestino, anche se troppo Lactobacillus potrebbe essere un problema (14). Uno studio effettuato nel 2019, ha scoperto che i cani molto aggressivi avevano un numero maggiore di Lactobacillus nell'organismo.

Bifidobacterium

Il Bifidobacterium appartiene al phylum di Actinobacteria. Come il Lactobacillus, le specie di Bifidobacterium producono acido lattico, ma non sono considerate batteri dell'acido lattico. Il bifidobatterio vive nel colon e può interagire con le cellule immunitarie, potendo anche espellere i batteri nocivi e aiutando a sostenere il sistema immunitario (15). Ecco alcuni ceppi comuni di Lactobacillus e Bifidobacterium presenti nei probiotici, ed i loro risultati sui cani:

Lactobacillus acidophilus e Bifidobacterium

Questi sono probiotici a base di latte comune, e questo può essere un problema se il tuo cane ha un'allergia al latte. Possono aiutare a gestire il lievito e sostenere il sistema immunitario. Un basso numero di Lactobacillus e Bifidobacterium è stato collegato all'ansia. Molti Lactobacillus e Bifidobacterium, devono essere refrigerati perché sono a base di latte e piuttosto delicati (16). Ciò rende difficile per loro sopravvivere nell'intestino del cane quando vengono mangiati, ma le ricerche dimostrano che possono sopravvivere e durare circa un giorno.

Lactobacillus casei

Questo probiotico vive nella mucosa degli animali, e rappresenta una parte importante dell'asse intestino-cervello, andando a influenzare l'umore e le emozioni.

Lactobacillus plantarum e Lactobacillus rhamnosus

Questi probiotici sono stati studiati nei cani e i risultati hanno dimostrato di avere un tasso di sopravvivenza molto alto. Essi aiutano a costruire pareti del colon sane nei cani con IBS, e possono ridurre la diarrea correlata agli antibiotici. Bassi livelli di Lactobacillus rhamnosus, sono stati collegati ad uno stato di ansia nei cani.

Bifidobacterium animalis

Questo probiotico è stato trovato utile per la gestione della diarrea acuta nei cani.

Bifidobacterium longum

Questo probiotico è stato studiato nei cani, ed anche lui ha un effetto positico sull'asse intestino-cervello. Uno studio condotto da un marchio di alimenti commerciali, ha scoperto che un numero maggiore di Bifidobacterium longum, può ridurre i segni di stress nei cani, può anche aiutare con la diarrea e le allergie alimentari.

Enterococcus faecium

Gli Enterococchi sono un altro batterio dell'acido lattico del Firmicutes phylum. L'acido lattico che producono inibisce la crescita di batteri nocivi nell'intestino. Questo probiotico svolge un lavoro importante per sopravvivere all'acidità dell'intestino del cane rispetto alle specie Lactobacillu e Bifidobacterium. Questo probiotico risultato, quindi, salutare per i cani, è stato recentemente messo sotto processo, perché gli scienziati sono preoccupati che possa causare infezioni enterococciche resistenti agli antibiotici nell'uomo (17).

Probiotici a Base Alimentare

Gli alimenti probiotici comuni includono:

Yogurt

♥ Kefir

♥ Verdure fermentate

Gli alimenti fermentati sono principalmente ricchi delle specie Lactobacillus e Bifidobacterium di acido lattico. I cani non producono tanto enzima (lattasi) che digerisce il lattosio come fanno gli esseri umani, quindi bisogna fare attenzione ai cibi a base di latte che vengono somministrati ai nostri amici a quattro zampe, poiché possono causargli disturbi digestivi.

Saccharomyces boulardii

Il Saccharomyces boulardii è in realtà un lievito sano e non un batterio. Esso è ancora considerato un probiotico. Generalmente è usato per trattare la diarrea acuta e cronica nell'uomo, ma un recente studio condotto sui cani ha mostrato gli stessi benefici. Il Saccharomyces boulardii è stato anche usato con successo per trattare la candida e il lievito. Questo probiotico è unico in quanto non può essere ucciso dagli antibiotici, quindi può essere assunto contemporaneamente all'uso di antibiotici, per proteggere i batteri intestinali buoni (18).

Il Saccharomyces boulardii aiuta anche in presenza di problemi digestivi causati da infiammazione cronica, e può alterare le vie di segnalazione cellulare nel sistema immunitario. Questo lievito, quindi, è da tenere in grandissima considerazione per la maggior parte dei casi, rivelandosi una buona aggiunta al probiotico somministrato al nostro amico a quattro zampe.

Dieta uomo caneProbiotici (o organismi) a Base di Suolo

I probiotici a base di terreno si trovano di solito come ceppi di Bacillus. Come suggerisce il nome stesso, si trovano nel suolo e nell'acqua. A differenza del Lactobacillus e del Bifidobacterium, i probiotici a base di suolo formano spore.

Ciò significa che possono formare un rivestimento duro che li protegge dal calore, dagli acidi dello stomaco e dalla maggior parte degli antibiotici. In effetti, molti antibiotici sono prodotti con probiotici a base di suolo per questo motivo (19).

Il rivestimento protettivo dei probiotici a base di terreno, consente quindi di non dover refrigerarli, a a differenza della maggior parte dei probiotici che provengono da prodotti lattiero-caseari (come Lactobacillus e Bifidobacterium), i probiotici a base di suolo sono ipoallergenici. Questa è una buona notizia per tutti quei cani con allergie ai latticini. Anche i probiotici a base di suolo sono ben studiati, e i ceppi più comuni utilizzati includono:

Bacillus coagulens

Bacillus coagulans è un acido lattico che produce batteri, il che significa che può eliminare i batteri ostili. Questo acifo è anche antinfiammatorio, e può avere un marcato effetto sulle malattie digestive infiammatorie.

Bacillus indicus

Bacillus indicus è un probiotico unico, che produce grandi quantità di carotenoidi. Questi sono i pigmenti gialli e arancioni nelle piante, e sono tra i più potenti antiossidanti presenti in natura. Il Bacillus indicus produce anche vitamine del gruppo B, vitamina K2 e chinoli. Tutto questo rappresenta un vantaggio per i cani con EPI, e per quelli che necessitano di enzimi digestivi.

Bacillus subtilis

Il Bacillus subtilis abita nell'intestino di cani sani, ed è stato usato per trattare le infezioni del tratto urinario, prima dello sviluppo di antibiotici specifici per questo problema. Così come il Bacillus subtilis coagulens, anche il Bacillus subtilis ha una forte influenza sul sistema immunitario, e aiuta a produrre IgA, un anticorpo spesso basso nei cani con malattia autoimmune. Le IgA rafforzano il rivestimento intestinale e producono anche vitamina K.

Dose Raccomandata per i Probiotici

La quantità di probiotici che dai al tuo cane dipende dal probiotico che scegli. Per il Lactobacillus e il Bifidobacterium, ti consigliamo di cercare un integratore con diversi ceppi. La maggior parte degli studi sui probiotici ha mostrato che un mix di ceppi è decisamente migliore in termini di risultati, rispetto ai ceppi singoli e questo perché sono facilmente distrutti dall'intestino.

Basta guardare i CFU (unità formanti colonie) di Lactobacillus e di Bifidobacterium. Di solito troverai almeno 10 miliardi di CFU di eventuali probiotici vivi, se vuoi sperare che sopravvivano nell'intestino del tuo cane (20). Il Saccharomyces boulardii è senza dubbio il probiotico a base di latte più resistente, quindi è possibile anche somministrare al cane una quantità minore (da mezzo miliardo a 5 miliardi di CFU).

Per i probiotici a base di suolo, invece, si può anche usare una quantità minore di CFU. Questo perché sopravvivono facilmente all'acidità intestinale. Come i probiotici a base di latte, quelli a base di terreno funzionano meglio con più di una varietà.

Circa 1 miliardo di CFU, un numero maggiore non è migliore in tutti i casi, ed il gioco è fatto. I probiotici possono offrire alcuni importanti benefici per la salute del tuo cane, ma ogni probiotico svolge un lavoro diverso e quindi il tuo compito sarà quello di capire come funzionano.

Cibi con probioticiQuando i Probiotici non Possono Aiutare il tuo Cane

Potresti aver dato al tuo cane probiotici per mesi, senza però vedere cambiamenti nella sua salute. Anzi addirittura potresti anche aver notato che i suoi sintomi sono peggiorati.

La verità è che ci sono alcuni casi in cui i probiotici non possono aiutare il tuo amico a quattro zampe. Ecco un paio di ragioni per cui i probiotici potrebbero non funzionare:

Crescita eccessiva di piccoli batteri intestinali (SIBO)

La maggior parte dei batteri del tuo cane è destinata a vivere nel suo colon. D'altra parte, l'intestino tenue normalmente ospita solo alcuni batteri. La proliferazione di piccoli batteri intestinali (SIBO), si verifica quando un numero anormalmente elevato di batteri si stabilizza nell'intestino tenue. Dunque, grandi quantità di batteri interferiranno con la digestione e l'assorbimento dei nutrienti (21). Si stima che circa l'80% delle persone con problemi cronici intestinali abbia effettivamente SIBO, e anche il numero nei cani potrebbe essere altrettanto alto.

I sintomi di SIBO includono:

♠ Diarrea cronica o intermittente

♠  Perdita di peso

♠  Malattia da reflusso gastresofofageo (GERD)

♠  Gas

♠  IBS (o malattia infiammatoria intestinale)

♠  Intolleranze alimentari

♠  Problemi di pelle

SIBO può essere causato da alcuni fattori e tra questi:

♦ Diete ricche di zuccheri e carboidrati

♦  Ridotta motilità intestinale

♦  Farmaci che sballano il microbioma (antibiotici e steroidi)

Poiché il SIBO equivale ad una proliferazione di batteri, somministrare al tuo cane i probiotici sarà come aggiungere combustibile al fuoco, a seconda del probiotico scelto. La maggior parte dei batteri che vivono nell'intestino tenue sono ricondicibili a due specie: Lactobacillus o Bifidobacterium. Poiché la maggior parte dei probiotici contiene questi batteri, peggioreremo le cose.

Quindi se i sintomi del tuo cane peggiorano con la somministrazione di probiotici, potrebbe essere un segno che ha SIBO. Per risolvere il problema è possibile somministrare al tuo amico a quattro zampe probiotici a base di suolo. Questo perché essendo formati da spore, non popolano l'intestino tenue, ma trovano il loro ambiente ideale nell'intestino crasso o nel colon. 

Dopo gli Antibiotici

Diversi studi effettuati negli ultimi anni, hanno dimostrato che somministrare probiotici Lactobacillus dopo l'uso di antibiotici, ha causato un ritardo nel recupero del microbioma. Oltre a questo, il recupero è stato meno completo rispetto al gruppo di cani, in cui non sono stati somministrati probiotici. L'eccezione potrebbe essere rappresentata solo dal Saccharomyces boulardii, ma la ricerca non è ancora in possesso di dati certi.

Mancanza di diversità / mancanza di batteri

Uno dei motivi per cui i probiotici hanno ritardato il recupero dopo la somministrazione di una terapia antibiotica, potrebbe essere rappresentata dal fatto che non fanno molto per aumentare il numero di batteri nell'intestino crasso e nel colon.

Esistono due problemi significativi con i probiotici per i cani:

♥ I probiotici non colonizzano per più di qualche giorno

♥ I probiotici non sono sempre gli stessi ceppi trovati nei cani

Il microbioma del tuo cane è individuale, come abbiamo detto in precedenza. È una comunità diversificata di migliaia di diversi batteri, funghi e virus, che lavorano tutti insieme per alimentare la sua salute e il suo sistema immunitario. Quindi, mentre somministargli alcuni ceppi di probiotici può aiutarlo a riprendersi da problemi di salute, dall'altro non apporteranno cambiamenti significativi nel suo microbioma.

Ma i Probiotici non Possono Riparare un Microbioma Rotto

Usare i probiotici per riparare i trilioni di batteri e migliaia di specie presenti nell'intestino del tuo cane, sarebbe come usare una tazza d'acqua per riempire la vasca da bagno. Quindi il tuo lavoro non finisce con i probiotici. Se i batteri commensali del tuo cane stanno combattendo una battaglia persa, devi portare l'artiglieria pesante per vincere la guerra. Ed ecco come bisogna fare. I ricercatori hanno scoperto che i microbiomi nei cani e nei gatti sani hanno tre cose in comune:

♣ Molti batteri

♣ Diverse popolazioni di batteri

♣ Il giusto equilibrio di batteri

Mentre i probiotici portano benefici per la salute, non però possono fare l'intero lavoro. Per essere sano, il microbioma del tuo cane dovrebbe contenere una popolazione affollata e diversificata di microbi. E i modi per poter avere tutto questo sono tre.

Dieta cane per rafforzare i batteri intestinaliUsa la Dieta per Rafforzare i Batteri Intestinali

La dieta del tuo cane può avere un impatto tremendo sulla sua salute intestinale. Questo perché non solo dai da mangiare al tuo cane, ma al tempo stesso nutri anche suoi piccoli amici. Quindi, se vuoi bilanciare il microbioma del tuo cane, devi prestare attenzione alla sua dieta. Non vi sono altri fattori che possono avere un impatto così positivo sulla salute dell'intestino del tuo amico a quattro zampe.

Il batterio più importante nel tuo cane è il Bacteroidetes. I membri di questa famiglia sono i batteri che producono gli SCFA, che bilanciano e alimentano il sistema immunitario del tuo cane. Le specie di Bacteroidetes amano cibarsi proteine, quindi nutrire il tuo cane con una dieta ricca di proteine, aiuterà a far proliferare queste colonie benefiche. Se la dieta del tuo cane è ricca di grassi e amidi, alimenterà lecspecie Firmicutes. Questa rappresenta circa la metà del microbioma del cane sano, ma se le popolazioni di Firmicutes crescono senza controllo, elimineranno i Bacteroidetes e aumenteranno l'infiammazione nell'intestino (22).

Tutto questo, che prende il nome di endotossiemia metabolica, deteriora l'integrità del rivestimento intestinale, permettendo alle tossine di viaggiare nel sangue. I ricercatori stanno iniziando a esaminare come le diete dei cani possono influenzare i loro microbiomi. Diversi studi hanno scoperto che i cani che seguivano una dieta cruda avevano un microbioma che era decisamente diverso da quello dei cani nutriti con crocchette. I microbiomi dei cani nutriti con cibi crudi contenevano più batteri, ed erano diversi perché contenevano anche meno specie di Firmicutes.

Quindi scegliere di nutrire il tuo cane con una dieta cruda e ricca di proteine a basso contenuto di grassi e zuccheri, può avere un profondo impatto sulla sua salute intestinale. La scelta di una vasta gamma di alimenti può creare un microbioma più diversificato, il che ci porta ad un altro importante pezzo del puzzle dietetico.

Non Lesinare mai sui Prebiotici

I prebiotici sono fibre che il tuo cane non riesce a digerire. Molte delle specie di batteri sani che producono SCFA amano mangiare proprio le fibre. Quindi, accanto ad una dieta ben strutturata ed equilibrata, i prebiotici sono una delle cose da aggiungere per avere sempre un cane in salute. E' importante sapere, però, che ci sono migliaia di specie di batteri nell'intestino del tuo cane, tutte con diverse preferenze alimentari. Quindi, offrire al tuo cane una vasta gamma di prebiotici, consentirà di fare il lavoro migliore i termini di costruzione di una colonia di batteri diversi tra loro.

Alcune delle migliori fonti di prebiotici per cani includono:

♠ Chlorella

♠ Funghi

♠ Dente di leone

♠ Radice di bardana

♠ Mele

I prebiotici, come puoi vedere, provengono solo da fonti vegetali, quindi se il tuo cane non mangia vegetali, la sua salute intestinale né risentirà. E c'è un motivo in più per aggiungere vegetali alla dieta del tuo cane: i polifenoli.

I polifenoli, infatti, costruiscono i microbiomi. Si tratta di antiossidanti che danno alle piante i colori giallo, arancio e rosso. Mentre i polifenoli sono potenti antiossidanti, il 95% di loro non viene digerito e viaggia dritto fino al colon. È lì che inizia la loro speciale relazione a due vie. I polifenoli possono modificare le popolazioni di batteri nel microbioma, in particolare possono mutare l'equilibrio critico tra Bacteroides e Firmicutes. I polifenoli possono anche legarsi e alterare le membrane dei batteri patogeni, oltre che interferire con la loro attività e crescita. Inoltre, le proprietà antiossidanti dei polifenoli, li rendono utili per il trattamento delle malattie infiammatorie intestinali.

L'Integratore Microbico Naturale per il tuo Cane

Per riuscire a dare al tuo cane tutto ciò che gli serve, ecco arrivare in tuo soccorso un integratore microbico naturale e altamente efficace per tutti gli animali domestici, prodotto con batteri probiotici. Si presenta in forma liquida, con al suo interno batteri benefici. Questa formulazione è senza dubbio la più efficace di tutto, soprattutto di qualsiasi altro prodotto simile secco o in polvere, poiché i batteri convivono e prosperano all'interno della loro sospensione umida condivisa, creando un legame simbiotico che permette loro di stabilizzarsi nell'intestino in modo più permamente.

I batteri benefici in polvere devono prendere vita quando arrivano in contattato con la mucosa intestinale prima di poter colonizzarsi, e spesso possono essere inibiti o parzialmente inibiti. Questo integratore ha al suo interno i seguenti batteri probiotici: Lactobacillus Plantarum, Lactobacillus Casei e Saccharomyces cerevisiae. Questo integratore microbico naturale contiene al suo interno anche tracce di diverse erbe e piante benefiche come: Cumino, Achillea, Anice e finocchio, Foglie di betulla, Verga d'oro, Rosmarino, Menta piperita, Radice di marshmallow, Foglie di lampone.

Può essere utilizzato dopo il trattamento a seguito dell'uso di antibiotici, per l'aumento di peso, in periodi di stress, per problemi relativi al pelo, o quando il cane presenta uno stomaco molto debole.

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che il tuo animale domestico potrebbe incontrare.

Leggi anche: 8 Vantaggi di Salute dei Probiotici per il tuo Cane e Gatto 

Riferimenti:

1 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32326394

2 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32324947

3 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32127018

4 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32027665

5 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32005736

6 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31993446

7 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31979034

8 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31916499

9 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31909068

10 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31819862

11 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31768533

12 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31765439

13 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31674054

14 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31671166

15 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31634399

16 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31611485

17 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31556108

18 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31434168

19 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31369623

20 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31287945

21 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31126241

22 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31099928

 

 

 

 

Riferimenti:

1 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32326394

2 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32324947

3 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32127018

4 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32027665

5 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32005736

6 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31993446

7 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31979034

8 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31916499

9 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31909068

10 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31819862

11 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31768533

12 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31765439

13 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31674054

14 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31671166

15 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31634399

16 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31611485

17 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31556108

18 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31434168

19 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31369623

20 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31287945

21 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31126241

22 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31099928

Matea Skubic
Sull'autore Matea Skubic

Sono una grande amante di tutti gli animali, e ho due cani vivaci e una gatta capricciosa. Da sempre ero interessata nel vivere una vita sana. Avendo letto diversi libri sull'alimentazione salutare e adeguata per gli animali domestici, ho realizzato che sul mercato esisteva una scarsa disponibilità di integratori naturali per animali di qualità elevata. Per questo motivo offriamo nel nostro negozio Fitopets solo prodotti di qualità, che hanno dimostrato essere efficaci con gli animali domestici. Mi tengo aggiornata e partecipo a vari seminari sul tema della salute e della cura dei cani e dei gatti.

La più grande soddisfazione che posso realizzare è un proprietario contento e un pelosetto felice e in salute.

Un pensiero su “Probiotici per Cani: Quanto Aiutano e Quanto Fanno Male”

  • Raffaella Biagini
    Raffaella Biagini maggio 29, 2020 alle 2:33 pm

    e' un articolo interessante ma anche complesso,anche se conosco alcuni termini in definitiva ho solo la gattina per farla star bene cosa devo darle? ho sempre dato enzime miracle e probiotici ma so che esistono anche prebiotici.grazie

    Replica
Lascia un Commento