it en
Change your language here!

Soluzioni Naturali per la Cataratta negli Animali Anziani

Oggi vogliamo parlare della sclerosi nucleare, meglio conosciuta come sclerosi lenticolare; si tratta di un fenomeno che colpisce gli animali e raramente anche gli esseri umani. Nello specifico, accade che si verifica un indurimento del tessuto che riguarda il cristallino dell'occhio. Come ben sappiamo il cristallino è la lente naturale trasparente che ha a disposizione l'occhio. Insieme alla cornea, consente di mettere a fuoco i raggi luminosi sulla retina. Quando il nostro animale è affetto da sclerosi nucleare le pupille assumono una colorazione grigio-azzurra.

cataratta nel caneLa sclerosi nucleare, come detto in precedenza, va a modificare la lente dell'occhio e solitamente si sviluppa in entrambi gli occhi contemporaneamente. Gli animali con età superiore ai sei anni sono a rischio e il problema inizia a comparire lentamente aggravandosi a poco a poco. C'è da dire che non essendo una situazione che provoca dolore e verificandosi lentamente, l'animale si adatta a questi cambiamenti della vista senza troppi problemi.

Negli animali giovani, che non sono ovviamente affetti da questa patologia, la lente dell'occhio è chiara e questo deriva dal fatto che è composta da fibre di tessuto che sono perfettamente organizzate e in piena salute. Ovviamente, con il passare del tempo, queste fibre invecchiano con l'animale e poichè risiedono all'interno della capsula e sono chiuse non hanno possibilità di espandersi quando ricevono le nuove fibre. La conseguenza è che le vecchie fibre vengono spinte verso il centro della lente andando ad ammassarsi lì e creando una compressione che porta all'opacità della lente.

Il veterinario, grazie ad un esame oftalmologico, può tranquillamente diagnosticare che il vostro amico a quattro zampe è affetto da questo problema grazie anche all'aiuto di un dispositivo chiamato lampada a fessura. E' importante sottolineare che se il vostro animale domestico presenta la sclerosi nucleare non significa che perderà automaticamente l'uso della vista. Abbiamo detto che la sclerosi nucleare è una condizione che si può verificare con l'invecchiamento del vostro amico a quattro zampe. Per questo motivo, l'unica cosa che possiamo fare è quella di rallentare i cambiamenti legati all'età. Non avendo una bacchetta magica per fermare il tempo e quindi l'invecchiamento, l'unica cosa in nostro potere è quella di cercare di mantenere il nostro animale il piu' sano possibile seguendo alcune semplici regole.cataratta nel gatto

In primis  bisogna mantenere al meglio le sue condizioni fisiche e questo lo si può fare facendogli mantenere un peso ideale. A questo bisogna poi aggiungere che è buona norma evitare che il vostro animale sia sovraccaricato di farmaci o di vaccini inutili e che viva in un ambiente salubre. Dunque no a detergenti tossici, prodotti chimici per la toelettatura, antiparassitari industriali, e si ad un'alimentazione sana.

La dieta del vostro amico a quattro zampe dovrà essere ricca di antiossidanti, se è possibile con alimenti freschi, in particolare prodotti ricchi di vitamina C ed E che aiutano ad eliminare i radicali liberi responsabili dell'invecchiamento e in questo caso delle alterazioni degenerative degli occhi dei vostri animali domestici. Visto che la cataratta è spesso presente negli animali con diabete sarebbe necessario anche ridurre i carboidrati.

E' importante sapere che questo problema può presentarsi in diverse tipologie. Infatti, ci possono essere diverse tipologie di cataratta che ovviamente variano a seconda della gravità dell'opacità che si verifica sulla pupilla. E' giusto sottolineare che la cataratta in alcuni casi può anche progredire ma non è detto che porti per forza alla cecità; è una possibilità ma in percentuale molto bassa. Sia i cani che i gatti possono soffrire di cataratta ma generalmente sono i primi ad esserne più colpiti.

Questa malattia, sia nei cani che nei gatti, è stata trattata e invertita con successo, grazie ad una serie di studi clinici che hanno portato alla realizzazione di una speciale formula naturale ricca di sostanze nutritive a base di erbe. Come abbiamo anticipato in precedenza, questa malattia si può sviluppare in diverse fasi della vita e con maggior probabilità negli gli animali piu' anziani che presentano già altre problematiche. Tralasciando l'intervento chirurgico che può comunque presentare i suoi rischi c'è una terapia molto meno costosa e meno invasiva che regala la speranza di superare questo problema.

Si tratta di utilizzare un mix di erbe naturali quindi non un farmaco, che non solo consente di arrestare lo sviluppo di questa malattia ma anche di invertirne il processo degenerativo.

La sinergia dei principi attivi di queste erbe ha permesso di ottenere risultati incredibili senza dover somministrare alcun farmaco al vostro amico a quattro zampe. Per evitare che il vostro animale domestico sia a rischio cataratta occorre prima di tutto evitare che le proteine della lente si ossidino.

Per fare questo bisogna somministrargli dei potenti antiossidanti che vanno a neutralizzare gli effetti dei radicali liberi.

Numerosi studi hanno dimostrato che l'estratto di mirtillo (Vaccinium Myrtillus) risulta particolarmente efficace per la prevenzione e il trattamento dei disturbi oculari legati all'invecchiamento tra cui la cataratta grazie al suo contenuto di antociani. 

Gli antociani sono pigmenti idrosolubili appartenenti alla famiglia dei flavonoidi che hanno un forte potere antiossidante in grado di neutralizzare i radicali liberi responsabili dell'ossidazione delle proteine del cristallino rallentandone quindi la degenerazione.

Il ginko biloba è anch'esso una pianta eccellente per il trattamento di tutti i disturbi circolatori legati all'avanzare dell'età in quanto lavora sul circolo venoso, arterioso e a livello del microcircolo svolgendo un'azione vasoprotettiva, antinfiammatoria e antiossidante.

La radice di Tarassaco (Taraxacum officinalis) è nota da sempre come depurativo ad ampio spettro in quanto oltre che lavorare sul fegato come coleretico (aumentando la produzione della bile) e drenante, agisce anche sul pancreas attivando la secrezione degli enzimi pancreatici che favoriscono la digestione dei nutrienti.

A livello dell'inestino ,migliora la composizione della flora batterica risolvendo cosi' un'eventuale disbiosi e malassorbimento. Questo si rivela estremamente utile per mantenere in salute l'organsimo del nostro migliore amico a 360 gradi.

Inoltre, secondo la Medicina Tradizionale Cinese,  il fegato è collegato agli occhi e quindi alla vista; è stato infatti dimostrato che il tarassaco migliora la circolazione e rafforza il tessuto retinico. Questa preziosa pianta è anche ricca di antiossidanti, vitamine A C e betacarotene,  tutti preziosissimi alleati sia per la prevenzione che la cura delle patologie oculari legate all'invecchiamento come la cataratta.

Questo pool di principi attivi contenuti nelle erbe di cui abbiamo parlato poco fa consente di poter inserire nell'alimentazione del vostro animale domestico dei componenti specifici, fisiologicamente attivi al suo cibo, che sia secco o umido. Questo trasformerà qualsiasi alimento in un prodotto ottimo per la sua salute e consentirà di prevenire la malattia oltre che ad apportare tantissime sostanze nutritive essenziali per il suo benessere.

Questo mix di erbe è reperibile in commercio come macerato glicerinato privo di alcol generalmente sotto forma di gocce da aggiungere ad ogni pasto del vostro amico a quattro zampe seguendo la posologia consigliata a seconda del peso del vostro cane.

4 pensieri su “Soluzioni Naturali per la Cataratta negli Animali Anziani”

  • cristina

    sto somministrando il prodotto al mio bassotto tredicenne ma al momento purtroppo non vedo nessun risultato. non perdo le speranze.

    Replica
    • Admin

      Salve, con la cataratta dipende molto dll'età e ancora di più da quanto tempo ce l'ha. Se si è in tempo, si può migliorare molto la situazione. Risulta di grande aiuto sostituire le crocchette con cibo umido senza glutine, come il nostro cibo disidratato Pure. Se poi si aggiungono al cibo anche probiotici ed enzimi digestivi vegetali, tanto meglio.

      Replica
  • Mara

    Come posso procurarmi questa tintura madre? Ne avrei urgenza per la mia Yorkshire.

    Replica
Lascia un Commento