it en
Change your language here!
819048 714 381
71427321893

Pelo Spento

  • Muta del Gatto: Attenzione all'Indigestione di Pelo

    gatto bianco perde peloQuando arriva il periodo della muta e il gatto si dedica alla toeletta quotidiana, bisogna fare attenzione che non inghiotta il pelo. È importante prevenire la formazione di matasse di pelo nell’apparato digerente dei mici: il rischio è un’occlusione intestinale gastrica.

    Quando la temperatura ambientale subisce dei cambiamenti, come in primavera e in autunno, la specie felina perde il pelo, fenomeno conosciuto come “muta”: si tratta di una vera e propria fatica fisiologica che l’organismo del micio affronta.  I singoli peli cadono e vengono sostituiti in maniera rapida e totale da altri, dando luogo alla crescita di un mantello nuovo. 

    Tra gli animali domestici possono verificarsi alcune variazioni nei ritmi naturali del cambio del pelo per via del riscaldamento di casa che, nei mesi freddi dell’anno, viene talvolta impostato su temperature eccessivamente elevate. Ecco perché il gatto può manifestare anche in inverno una sorta di muta anticipata. In ogni caso, qualunque sia il periodo dell’anno in cui il gatto perde il pelo, non tutto cade, andandosi poi a depositare in giro per l’appartamento: spesso, infatti, capita che una parte venga inghiottita dall’animale.

    Continua a leggere

  • Pelo Opaco e Perdita di Pelo nel Cane/Gatto

    perdita pelo cane

    La perdita dei peli nel cane e nel gatto è considerata come un normale processo dell’organismo. Questo meccanismo consente la crescita di nuovi peli per un'altra stagione, solitamente questa muta avviene in primavera e autunno.

    Quelli che se ne vanno, sono peli vecchi o danneggiati, spesso alcuni cani sviluppano strati di pelo più spessi in inverno, che vengono poi perduti in primavera. Tuttavia, la perdita dei peli diventa un problema quando diventa eccessiva, probabilmente a causa di una malattia o di una particolare condizione.

    Le indicazioni di un pelo spento, malsano, come la fragilità e la perdita eccessiva di peli (alopecia), devono essere immediatamente affrontati per evitare ulteriori danni alla salute dell’animale. Il pelo nel cane e nel gatto è lo specchio delle loro condizioni di salute, infatti molti squilibri e malattie vengono segnalati da anomalie sul pelo.

    Continua a leggere

  • Mio Cane/Gatto Continua a Grattarsi, Come Posso Alleviare il Prurito?

     

    cane e gatto che si grattano

    Notti insonni, durante le quali si cerca ogni mezzo possibile per impedire al cane di grattarsi. Per animali e proprietari un prurito continuo è un peso e rende la convivenza con gli animali che ne soffrono quasi insopportabile.

    Zampe morsicate a sangue, punti sensibili grattati e purulenti, labbra sbucciate sono alcuni dei risultati di un continuo prurito.

    La pelle è l’organo emuntore, ovvero organo deputato all’eliminazione di scarti di scorie e tossine, più esteso del corpo e dietro al prurito si nasconde una problematica interna più profonda.

    In medicina allopatica solitamente viene consigliato il cortisone e poi si finisce per prenderlo a vita perché, appena si smette di somministrarlo, il sintomo ritorna. Anziché cercare di inibire il sintomo, per prima cosa sarebbe utile individuarne le cause e prima di somministrare al proprio animale dei farmaci, spesso basta cambiare l’alimentazione o, per avere dei miglioramenti, eliminare gli elementi che causano allergie.

    Le cause del prurito negli animali possono essere molteplici. Le più comuni sono riconducibili a secchezza cutanea, stress, caldo. In altri casi invece potrebbero essere correlate a parassiti, intolleranze alimentari, dermatite e rogna.

    Continua a leggere

3 oggetto(i)